in ,

Caso Yara news, video furgone Massimo Bossetti: una prova debole, ecco perché

“Ora che abbiamo letto il faldone di 60mila pagine dell’inchiesta sull’omicidio di Yara Gambirasio, posso affermare con certezza che non c’è nessun elemento a carico di Massimo Bossetti. Niente che possa inficiare la sua condotta e che dimostri che è stato lui ad aver ucciso Yara Gambirasio”, queste le parole del criminologo Ezio Denti, facente parte del team difensivo di Massimo Bossetti.

“Anche il Dna è un elemento ‘confuso’ e non pulito” – spiega Denti durante un intervento a Pomeriggio 5 di ieri 2 aprile – “Sono tutte argomentazioni insufficienti per tenere un uomo in carcere. Non ci sono prove contro Bossetti, la Procura sta tenendo in carcere quell’uomo senza uno straccio di prova!”.

La cosa più grave, continua nelle sue esternazioni, Ezio Denti, è che “gli inquirenti – c’è scritto nelle carte dell’inchiesta – non sono stati in grado di dimostrare con assoluta certezza che il furgone immortalato dai video delle telecamere di sorveglianza è quello appartenente a Bossetti”. Non è stato possibile identificare, né per marca né per modello, il furgone dei fotogrammi, ripete il criminologo. “Tanto meno viene dimostrato che quel mezzo”, conclude Denti, “sia il furgone Iveco Daily del nostro assistito”.

Stefania Pezzopane e Simone Coccia

Stefania Pezzopane tradita dal fidanzato: Simone Coccia Colaiuta adesso bacia un’altra

tacconi debiti non pagati

Stefano Tacconi a Le Iene: spunta una fila di creditori imbarazzante