in ,

Caso Yara a Pomeriggio 5, arresto Massimo Bossetti: fu tentativo di fuga?

Oggi a Pomeriggio 5 Barbara D’Urso ha diffuso un altro stralcio inedito dell’interrogatorio fatto a Massimo Bossetti il 6 agosto 2014. Si sente l’audio originale di quell’incontro tra il pm e il carpentiere bergamasco, accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio. “Cosa ha pensato quando ha visto i carabinieri arrivare nel suo cantiere?”, dice il pm a Bossetti. E lui risponde: “Paura. Tanta paura … come mai? Perché? Si sono rivolti tutti a me… “.

L’arresto di Massimo Bossetti avvenne il 16 giugno 2014 e il video integrale di quei momenti è stato diffuso a Quarto Grado qualche settimana fa. L’accusa interpreta la reazione del Bossetti alla vista dei carabinieri come un vero e proprio tentativo di fuga, prova del fatto che il 44enne si sentisse colpevole ancor prima di sapere il perché i carabinieri fossero giunti sul su luogo di lavoro. “Si rende conto che lei ha avuto paura prima di sapere che noi eravamo lì per lei?”, gli dice, incalzandolo, il pm. Ma Bossetti divaga, non sa spiegare il motivo della sua reazione se non dicendo “ho avuto paura”.

Bugie e contraddizioni nel racconto del muratore di Mapello, in particolar modo circa il centro lampade abbronzanti di Brembate Sopra di cui, secondo quanto emerso durante le indagini, lui era un assiduo frequentatore. “Veniva spesso quando stavamo nel vecchio centro. Una o due volte a settimana, sembrava una persona tranquillissima”, ha dichiarato la titolare ai microfoni di Pomeriggio 5. “Ci andavo poco, una volta ogni tanto”, racconta invece Bossetti, durante il succitato interrogatorio.

Ecco come arredare un bagno piccolo idee salvaspazio

Arredare un bagno piccolo: idee e soluzioni salvaspazio

Italia Spagna pronostico

Gigi Buffon, da Alena Seredova ad Ilaria D’Amico: “Darei la vita per i figli”