in ,

Caso Yara processo, parla fisioterapista palestra: “Il giorno del delitto un uomo mi molestò”

Una fisioterapista che ha studio, insieme ad un collega, all’interno del complesso sportivo frequentato da Yara Gambirasio, a Brembate Sopra, dove la ginnasta era stata poco prima di essere uccisa, sarebbe stata molestata da un cittadino straniero, circa una settimana prima del delitto.

La donna – chiamata oggi a testimoniare in aula dalla difesa di Massimo Bossetti, unico imputato al processo Gambirasio – durante la sua audizione ha pure precisato che quell’individuo sospetto che l’aveva importunata con apprezzamenti molto pesanti, si presentò da lei anche il pomeriggio dell’omicidio, 26 novembre 2010. “Stavo trattando un altro paziente” – queste le sue parole stamani in aula – “e lui bussò alla porta dicendo di volermi vedere, non so se per fini personali o professionali. Gli dissi che doveva prendere appuntamento alla reception, quando sono uscita dalla stanza non c’era più”.

Il pm Letizia Ruggeri ha poi precisato che l’uomo in questione, già nel 2011, subito dopo la testimonianza della terapista, era stato perquisito e intercettato, ma che a suo carico non emerse alcun indizio sospetto che potesse ricollegarlo all’omicidio di Yara. Il processo, dopo la pausa pranzo, è ripreso alle 15 con l’audizione a porte chiuse del figlio di Bossetti.

canone rai, canone rai 2016, canone rai bolletta, canone rai 2016 in bolletta, canone rai ultime notizie, canone rai 2016 consiglio di stato,

Canone Rai 2016: il Codacons lancia petizione online contro l’inserimento in bolletta

Torneo Preolimpico basket Torino

Torneo Preolimpico basket Torino 2016, Petrucci: “L’obiettivo è vincere e andare a Rio”