in ,

Caso Yara, tre armi del delitto? Ezio Denti, perito di Massimo Bossetti, smentisce: “È una bufala”

Ezio Denti, il criminologo facente parte del collegio difensivo di Massimo Giuseppe Bossetti in merito al caso sull’omicidio di Yara Gambirasio, ha smentito con forza le indiscrezioni diffuse nelle ultime ore da alcuni giornali. Denti, intervenuto ieri con un comunicato a Pomeriggio 5, poco fa ha telefonato in diretta a “Storie vere”, trasmissione condotta da Eleonora Daniele. La sua precisazione si è riferita nello specifico alla notizia pubblicata ieri dal settimanale “Oggi”, poi ripresa da molte testate giornalistiche, secondo cui la tredicenne di Brembate sarebbe stata uccisa con tre armi diverse.

“Sono notizie false, non ho mai dichiarato una cosa del genere” – ha ribadito il criminologo – “Nella mia perizia è specificato che le ferite sul corpo di Yara sono da ricondurre ad un’arma, simile, per forma e lama, a tre tipologie di coltelli”.

In studio, ospite della Daniele, Andrea Biavardi, direttore del settimanale “Giallo”, il quale ha sottolineato che le indagini sul caso Yara non sono ancora chiuse, e che ancora molti punti oscuri devono essere sciolti, primo fra tutti quello relativo alle ferite sui polsi della ginnasta, che si ipotizza siano stati legati con il fil di ferro. Ma, appunto, si parla, ancora, solo di ipotesi.

Che Dio ci aiuti 3 su Rai1

Stasera in tv: Ieri, oggi e domani e Announo

Matteo Salvini aggressione

Bologna, aggressione a Matteo Salvini: la Digos ha identificato i responsabili