in ,

Caso Yara ultime news: il padre incrociò il furgone di Bossetti la sera del delitto

Fulvio Gambirasio, papà di Yara, incrociò per strada un furgone bianco simile a quello dei video delle telecamere di sorveglianza, proprio nei minuti immediatamente successivi alla morte di sua figlia. Macabre coincidenze, queste, emerse – come scrive il settimanale Giallo – dagli atti dell’inchiesta.

Il papà della ginnasta 13enne uccisa il 26 novembre 2010, e per il cui delitto è indagato il muratore di Mapello, Massimo Bossetti, sentito il 27 novembre alle 19.30 dal Nucleo Investigativo dei carabinieri di Bergamo, raccontò di aver incrociato – la sera della scomparsa della figlia – “un autocarro sul lato destro della mia corsia di marcia, in via Rampinelli”, laddove Yara fu prelevata dal suo aguzzino. “Il pensiero è andato a Yara, istintivamente, proprio perché avrebbe percorso quella strada”, questi gli ulteriori dettagli del racconto di Fulvio Gambirasio, come riporta Giallo. Il padre della ginnasta quella sera si stava recando a piedi in un bar per una cena di lavoro con un collega. E la sua mente inconsciamente incrociò il terribile destino cui la sua giovane figlia era appena andata incontro.

Questo dettaglio emerso dalla ricostruzione fatta dal signor Gambirasio innesca ulteriori dubbi circa la identificazione del furgone cassonato Iveco in uso al carpentiere bergamasco e quelli ripresi dai video delle telecamere mentre passano a velocità sostenuta, più e più volte, attorno alla palestra da cui uscì Yara poco prima di essere uccisa. Il veicolo in questione è sempre lo stesso?

bonus bebè 2016 informazioni utili

Bonus Bebè 2015: il decreto è in vigore, ecco come e quando presentare le domande

Carlos Tevez

Juventus – Lazio: probabili formazioni e ultime news