in ,

Caso Yara ultime news: la moglie di Bossetti riceve offerte dalla Parrocchia

È scattata una catena di solidarietà in favore di Marita Comi, moglie di Massimo Bossetti, e dei loro tre figli. Numerose offerte anonime in buste contenenti del denaro per la donna sarebbero state raccolte dalla parrocchia di Sotto il Monte Giovanni XXIII, minuscola frazione di Mapello, nel Bergamasco, dove risiede la famiglia del muratore 45enne in carcere dal 16 giugno 2014 con l’accusa di essere lui l’assassino di Yara Gambirasio.

In gravi difficoltà economiche in quanto sprovvista di entrate economiche da quando il marito è detenuto, Marita Comi non ha un’occupazione e non fa mistero di avere bisogno di denaro per mandare avanti la famiglia, tanto da avere accettato di farsi intervistare da tv e giornali in cambio di una remunerazione. Per questo la comunità bergamasca in cui risiede ha deciso di aiutarla, compiendo un silenzioso gesto di solidarietà nei suoi riguardi,  mosso da “caritas cristiana“, come confermato dal Monsignor Claudio Dolcini, interpellato al riguardo da Il Corriere della Sera.

Intanto domani 11 dicembre si riapriranno le porte del tribunale di Bergamo per Massimo Bossetti, in quanto sarà celebrata un’altra udienza del processo che lo vede imputato. Dopo la consegna dei ‘dati grezzi’ del Dna al suo pool difensivo, è prevedibile che quello delle prove scientifiche a carico del muratore sarà uno degli oggetti principali del dibattito in aula.

FantaSerieATIM: nasce il fantacalcio ufficiale del campionato italiano

pensioni lavoratori precoci manifestazione a Roma 11 maggio

Riforma pensioni 2016 ultime novità: lavoratori precoci, emendamenti alla Legge di Stabilità aprono qualche spiraglio