in

Cassa integrazione 2013, i soldi stanziati non bastano

La UIL esprime preoccupazione per l’andamento delle richieste di cassa integrazione a causa dell’aumento delle ore richieste nei primi due mesi dell’anno, salite del +22,17% rispetto allo stesso periodo del 2012. L’incremento delle richieste giunge soprattutto dalla cassa in deroga che pur avendo subito un calo del -46,2% nel primo bimestre 2013, le domande di Cigo e Cigs sono aumentate. Il fenomeno è causato dal blocco amministrativo delle autorizzazioni da parte delle autorità competenti. “Stanno andando in esaurimento le risorse, i 520 milioni stanziati, mentre e’ probabile che ne servano almeno 1,5 miliardi”.

Uil

A esprimere preoccupazione è Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil che dichiara: “Questo tipo di ammortizzatore è il più richiesto dalle piccole imprese e garantisce un’adeguata protezione ai lavoratori di quelle realtà in momenti di grave crisi”. Loy proseguendo nel suo discorso, sostiene che “In mancanza di segnali concreti e duraturi di ripresa non è neanche ipotizzabile che non siano garantite le risorse necessarie. Siamo certi che anche un governo precario e a termine si adopererà per dare un minimo di serenità a chi non ha altri strumenti e per evitare che si passi direttamente dalla crisi aziendale alla disoccupazione”.

Written by mbarbie1970

42 anni, Contabile d'Azienda, convivente, un figlio, dal 1990 nel settore commercio; dal 1995 settore industriale; freelance publishing, gestore ed amministratore del sito notiziemercatimondiali.com.
Appassionato esperto di borse e mercati finanziari, azioni, opzioni e futures.

Juventus, incidente stradale per Caceres: schianto in auto (foto)

Grillo-Bersani, botta e risposta: “Impresentabili”, “Leninisti”