in ,

Catania, 42enne ucciso e bruciato per gelosia

E’ risolto il caso di Massimo Pappalardo, il 42enne proprietario di una pizzeria di Aci Trezza (Catania), il cui corpo è stato ritrovato carbonizzato lo scorso 8 marzo all’interno della sua automobile, nella campagna intorno a Paternò. L’uomo sarebbe stato ucciso e bruciato per gelosia.

E’ quanto emerge dalla ricostruzione dei Carabinieri, che per il caso hanno fermato due sospetti, il 42enne Massimo Distefano e Giuseppe Sciurello di 54 anni. Manca ancora all’appello ed è attualmente ricercato il fratello di quest’ultimo, Ignazio,  che era rinchiuso agli arresti domiciliari e ha fatto perdere le sue tracce proprio nel giorno del delitto. Ignazio avrebbe ucciso Pappalardo in una piazzola di sosta con quattro colpi di pistola, bruciandone successivamente il corpo per disfarsene, con la complicità degli altri due.

Pappalardo infatti era il nuovo compagno di una donna che aveva rotto poco tempo prima una relazione con Sciurello. Proprio la donna aveva informato i Carabinieri, raccontando di una telefonata, la sera del delitto, da parte del suo compagno, il quale le avrebbe detto di non voler più stare con lei. E’ stato accertato che Pappalardo fu obbligato a fare quella telefonata, per depistare le indagini.

job fair Roma La Sapienza 2015

Job Start Roma 2015: date e orari della prima job fair targata ‘La Sapienza’

Omicidio Pordenone ultime news

Omicidio Pordenone news a Mattino 5: Teresa seguita da un uomo il giorno in cui fu uccisa