in ,

Catania, raid punitivo contro 3 migranti minorenni: video incastra gli aggressori

Massacrati, picchiati a sangue con mazze da baseball sabato pomeriggio 20 agosto sulla strada che collega San Cono a San Michele di Ganzaria, nel Catanese. Un raid punitivo in piena regola a danno di 3 ragazzini minorenni di nazionalità egiziana, ospitati in un centro di prima accoglienza per minorenni non accompagnati di San Cono.

I presunti responsabili della spedizione punitiva sarebbero tre giovani italiani, che li avrebbero bloccati in strada, sarebbero scesi dall’auto e avrebbero infierito su di loro, accanendosi in particolar modo  dove sono ospiti, quando sono stati bloccati da due auto dalle quali sono scesi tre italiani armati di mazze. I tre si sono accaniti soprattutto su uno di loro, un sedicenne presunto obiettivo degli aggressori, colpito ripetutamente alla testa con una mazza da baseball e anche con il calcio di una pistola, ora in fin di vita, ricoverato in rianimazione all’ospedale Garibaldi Nesima di Catania

Il movente del pestaggio a detta degli inquirenti non sarebbe razziale, ma scaturito da futili motivi, “forse da un diverbio per una pallonata o per uno ‘sguardo’ di troppo”, ipotizzano gli inquirenti. responsabili del raid sono già stati arrestati, incastrati da un video girato con il telefonino da una delle vittime. Si tratta di due fratelli ed un amico: Antonino Spitale, di 18 anni, e Giacomo e Davide Severo, di 32 e 23 anni, ne dà conferma l’Ansa. Per loro l’accusa è di tentativo di omicidio in concorso, lesioni personali e porto illegale di arme improprie.

Justin Bieber News

Justin Bieber news: il cantante si esibisce in un intrigante triangolo amoroso

Replica Cherry Season puntata 22 Agosto 2016: ecco dove vedere l’episodio