in ,

Catanzaro, 18enne ammazzato per 10 euro: il killer avrebbe premeditato tutto

Un ragazzo di 19 anni, Nicolas Sia, è stato fermato con l’accusa di essere stato lui il responsabile dell’omicidio di Marco Gentile, il 18enne ucciso a coltellate ieri sera, 24 ottobre, a Catanzaro. Il giovane, stando alle ultime indiscrezioni emerse, sarebbe stato ammazzato per un debito di 10 euro per l’acquisto di uno spinello.

Il presunto assassino è stato tratto in arresto dagli agenti della squadra mobile che sono arrivati a lui dopo avere sentito quattro testimoni nella notte, che, pezzo dopo pezzo, hanno contribuito alla ricostruzione di quanto accaduto ieri sera. Uno di loro avrebbe avuto con l’omicida una violenta colluttazione, per essere intervenuto a fermare la lite tra lui e la vittima.

Dalle indagini è inoltre emerso che l’omicida avrebbe agito con premeditazione in quanto nei giorni scorsi avrebbe avuto delle accese discussioni con la vittima in presenza di alcuni testimoni, sempre dovute al suo debito di dieci euro per l’acquisto di uno spinello. Visti i pregressi, tra i due ragazzi ieri è scoppiata l’ennesima lite culminata in tragedia. Durante l’accoltellamento Niolas Sia si è anche ferito ad una mano, per poi recarsi a casa della madre e nascondere l’arma del delitto, un coltello a serramanico.

Uomini e Donne anticipazioni: Silvia Raffaele lascia il trono, ecco perchè

gianluigi donnarumma Calciomercato Real Madrid

Milan news, Gianluigi Donnarumma: oggi esordio in serie A a 16 anni