in

Categorie protette assunzioni 2015: ecco che cosa cambia con il Jobs Act

Novità per quanto riguarda il Jobs Act. É previsto uno sgravio contributivo fino al 70% per tre anni, invece che un contributo, che consentirà ai datori di lavoro di aumentare il bonus sulle assunzioni dei disabili e delle categorie protette. Tutto ciò è raccolto in una bozza del dlgs attuativo del Jobs Act: addio al contributo per i datori di lavoro in favore di uno sgravio contributivo. Inoltre, a partire dal 2017 sarà obbligatorio, per tutti i datori di lavoro che hanno tra i 15 e 35 dipendenti, assumere un disabile. Tale obbligo, fino a questo momento, era previsto solamente nel momento in cui vi erano nuove assunzioni.

=> CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE OFFERTE DI LAVORO.

A seconda del grado di riduzione delle capacità lavorative è previsto un incentivo del 70% o del 35%. Nel caso in cui vengano assunte persone con disabilità intellettiva e psichica, l’incentivo sarà del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile a fini previdenziali, per 60 mesi, in caso sia di assunzioni a tempo determinato che indeterminato, purché il contratto non sia inferiore a 12 mesi. In tutti gli altri casi, lo sgravio contributivo è previsto soltanto per le assunzioni a tempo indeterminato e per un periodo di 36 mesi.

Tale contributo verrà erogato tramite conguaglio con i contributi pagati all’Inps mentre sino ad oggi il bonus viene erogato dalle Regioni. Cambiamenti anche per la c.d quota di riserva, ovvero per le assunzioni obbligatorie di disabili che tutti i datori di lavoro (con dipendenti tra i 15 e i 35) devono osservare in favore di lavoratori con disabilità. Lo stesso obbligo è previsto anche in caso di nuove assunzioni. Sono compresi nella quota di riserva tutti coloro i quali mostrano di avere una riduzione della capacità lavorativa superiore al 60% o minorazioni ascritte dalla prima alla sesta categoria con riduzione lavorative maggiore al 45%.

Altra novità per le imprese che pagano premi Inail uguali o superiori al 60 per mille: questi potranno autocertificare l’esonero delle assunzioni obbligatorie pagando il contributo giornaliero di 30,64 € per ciascun disabile non occupato.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Riforma pensioni 2015 ultime novità: al via Opzione Donna e calcolo contributivo, in arrivo Quota 41, 97 e 100?

Calciomercato Fiorentina

Calciomercato Fiorentina: Joaquin verso il Betis, D’Ambrosio e Andreolli gli obiettivi