in ,

Cecile, “N.E.G.R.A” testo: un brano che non passerà inosservato a Sanremo 2016 (Video)

A Sanremo 2016, Cecile canterà “N.E.G.R.A.”: ecco il testo e il video della canzone in gara tra le “Nuove Proposte”, un brano forte e che non passerà inosservato visti i temi trattati all’interno.

La giovane Cecile porterà sul palco dell’Ariston di Sanremo 2016 “N.E.G.R.A.”, un brano che parla di razzismo e si rivolge, in particolar modo, agli uomini che pensano alle donne dalla pelle scure come persone inferiori. Il brano viene introdotto da queste parole: “In un mondo che si muove più lentamente della gente che lo abita/Cecile, Rafé, show
s/se ti togli i paraocchi la visuale l’ampli/che i mostri ce li hai dentro/e non ce li hai davanti (sarà perché qualcosa in lei mi fa paura )/se ti togli i paraocchi la visuale
 l’ampli/che i mostri ce li hai dentro e non ce li hai davanti”. La canzone in gara tra le “Nuove proposte” continua poi con: “A te che guardi il mio colore/come fossi extraterrestre/alla mamma che mi nota/e stringe i figli a sé./a chi all’asilo mi faceva già strane domande/come ad esempio che colore avessi il sangue/a chi commenta di nascosto e crede non lo senta/(non ho niente contro ma c’è troppo differenza)/a chi ha la Barbie con la pelle bianca dai sessanta/la mia io l’ho aspettata sino al 1980/c’è chi si vanta di ideali dove negri ed omosessuali/indifferentemente sono tutti uguali/cioè diversi e in quanto tali sono da trattare differentemente dai normali 
e questo fa paura/chiudo bocca e occhi nella notte oscura/e hai paura
 perché sono troppo scura “troppo scura”/mi consideri soltanto per un’avventura/ma non consideri la mia natura perché sono…”.

La canzone continua poi con il ritornello: “Negra, Negra, Negra ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda/vado bene anche se sono 
N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a/ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda
 non te ne frega più/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a 
ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda/vado bene anche se sono N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a/ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda
 non te ne fotte più./[se ti togli i paraocchi la visuale l’ampli/che i mostri ce li hai dentro e non ce li hai davanti (sarà perché qualcosa in lei mi fa paura)/se ti togli i paraocchi la visuale
 l’ampli/che i mostri ce li hai dentro e non ce li hai davanti.” Il brano della giovane Cecile prosegue poi con: “Mi inviti a cena ma soltanto se mi paghi/alla fermata ti sorrido e non mi caghi/è da una vita che combatto contro i vecchi/nemmeno Harry Potter vince contro questi maghi/dell’ignoranza pieni di ignoranza conta l’apparenza/però in fondo manca la sostanza 
(quanta indifferenza)/e piango sola dentro alla mia stanza/(non preoccuparti della n.e.g.r.a. quando è triste prende danza)/luoghi comuni deleteri ancora più tristi dei cimiteri/e una bambina che sembra ieri ancora credevo nei desideri/già percepivo disagi reali e seri/e chi li creava eri sempre tu/altro che Balotelli, altro che?”. In conclusione, di nuovo il ritornello: “Negra, Negra, Negra ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda vado bene anche se sono/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda
 non te ne frega più/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a 
ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda vado bene anche se sono/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda
 non te ne fotte più/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, nuda, nuda, nuda/N.e.g.r.a, N.e.g.r.a, N.e.g.r.a ma quando mi vedi nuda, nuda, nuda
 non te ne fotte più”.

Onda su Onda film, Papaleo torna al cinema con Alessandro Gassman: il trailer

david bowie testamento ultime news

Sanremo 2016 prima serata anticipazioni: omaggio a David Bowie con Starman