in ,

Celiachia: sintomi e disturbi per riconoscerla

La celiachia, ovvero l’intolleranza al glutine che provoca irritazione nell’intestino tenue, pare essere una patologia in costante aumento anche se i dati raccolti su questo problema non possono essere del tutto chiari poiché, avendo la celiachia dei sintomi estremamente diversificati o risultare del tutto asintomatica, sono molte le persone che non sanno di esserne affetti oppure che la scambiano con altre patologie. Quello che si sa per certo è che la celiachia è ereditaria quindi, malgrado chiunque possa soffrirne, a chi ha casi in famiglia è consigliabile effettuare dei test specifici.

Quali sono però i sintomi più generici che possono far accendere un campanello d’allarme? Tra i problemi più comuni che comporta la celiachia ci sono diarrea cronica e forti dolori addominali ricorrenti ma anche perdita di peso, feci chiare, anemia, produzione di gas così come dolori alle ossa, cambiamenti comportamentali, crampi muscolari, stanchezza, dolori articolari, insensibilità agli arti, ulcere dolorose nella bocca, irritazioni della pelle, danneggiamento dello smalto e del colore dei denti e infine per le donne irregolarità dei cicli mestruali.

E’ per questo che la celiachia, che può manifestarsi fin da bambini subito dopo lo svezzamento, è stata classificata dall’Associazione Celiaci Italiani in quattro differenti tipitipica, ovvero che prevede sintomi come la diarrea e l’arresto della crescita; atipica, che si presenta più tardi con sintomi per lo più extraintestinali; silente, ovvero senza sintomi evidenti e infine potenziale, cioè evidenziata da esami sierologici positivi ma con biopsia intestinale normale.

Credit Foto: docstockmedia / Shutterstock

Omicidio Gloria Rosboch ultime notizie

Gloria Rosboch ultime notizie: l’ex fidanzata di Gabriele Defilippi: “Io non c’entro nulla”

Valentino Rossi e Marc Marquez facebook

Moto GP 2016, cambiano le penalità: via la regola che punì lo scontro Rossi-Marquez