in

Cellulare smarrito o rubato: come rintracciarlo e bloccarlo, come accertarsi che sia originale

Smarrire un cellulare non vuol dire soltanto perdere la propria scheda sim e un oggetto di valore: solitamente, la cosa che spaventa maggiormente è la possibilità che i contenuti personali, quali foto, contatti, video, sms e password possano capitare nelle mani sbagliate o, comunque, che qualcuno violi la propria privacy. In questi casi, è possibile accertarsi che il cellulare venga bloccato, impostando varie funzioni o app, prima che il cellulare venga smarrito o rubato. Intanto, sarebbe decisamente utile poter rintracciare il cellulare seguendo delle semplici istruzioni.

Partiamo da come bloccare il cellulare smarrito, utilizzando un altro smartphone. Nel caso di un device Android, la prima cosa da fare è installare sul cellulare Avast! Mobile Security. Una volta installata l’app, è necessario selezionare l’opzione Anti-Thef. Dopo averlo attivato come amministratore, bisogna inserire i dati utili, quali il nome, un codice e il numero di telefono dal quale verrà inviato l’sms che bloccherà il cellulare rubato a distanza. Con un iPhone, è sufficiente accedere all’iCloud dal pc, quando il cellulare è smarrito. iOS, infatti, prevede la funzione Trova il mio iPhone. Se attiva, il pc localizzerà il melafonino e sarà possibile pigiare su “Blocca”, inserendo poi il codice di blocco personale. Lo stesso vale con i cellulari Lumia. In alternativa, è possibile ricorrere al proprio gestore telefonico: prima di tutto, è cosa buona far bloccare la sim, comunicando all’operatore tutti i propri dati personali necessari. Chiedendo il blocco del telefono, oltre che dalla sim, bisogna fornire il codice di 15 cifre, l’IMEI, riportato su un’etichetta, solitamente posizionata sotto la batteria.

Il codice IMEI è utile anche per capire se il cellulare è un falso o meno. L’IMEI, infatti, potrebbe essere definito come il DNA di un cellulare. Quelli falsi non dispongono di alcun IMEI, oppure dispongono di 15 cifre fasulle. Sul sito IMEI.info è possibile verificare il codice. Un cellulare falso, inoltre, si riconosce anche dalle caratteristiche, dal design e dalle specifiche tecniche: il brand potrebbe essere leggermente spostato, così come i tasti, le rifiniture potrebbero non essere precise. Inoltre, testando la fotocamera e le principali funzioni, è possibile percepire la velocità di risposta del cellulare. In molti casi, pur curando i dettagli, lo smartphone risulta poco reattivo.

Image credit: Shutterstock

MORTA 20ENNE A MILANO

Ischia: 28enne muore dopo essere stata dimessa dall’ospedale, aperta un’inchiesta

Roma Bate Borisov

Champions League, Roma – BATE Borisov sarà in chiaro: ecco dove