in

Cellule staminali: ora si potrà riaccendere anche il cuore

La pluripotenza delle cellule staminali sta diventando pian piano una vera e propria panacea, a partire da tumori gravissimi fino ad arrivare a malattie più “semplici” che comportano disturbi a carico solo di determinati organi.

Sulla rivista scientifica “Nature Communication” è stato pubblicato l’esito di un particolare studio che ha consentito di giungere ad una conclusione importante: con le cellule staminali potrebbe essere possibile anche riattivare il cuore per pazienti i quali abbiano problemi o malformazioni, senza gravare sullo stile di vita di questi.

benessere cuore

L’analisi, effettuata dall’Università di Pittsburgh è stata effettuata utilizzando il cuore di un topo: dopo averlo completamente spogliato delle cellule attive e funzionali, gli sono state immesse alcune cellule staminali totipotenti dell’apparato cardiovascolare umano e si è evidenziato che dopo un’iniziale inattività il cuore preso in considerazione è tornato a svolgere le sue attività e le principali funzioni chiave per il nostro organismo.

Ovviamente lo studio ora dovrà essere riportato al cuore umano e capire se ci possono essere complicazioni o qualsiasi tipo di problema, ma da Pittsburgh arriva sicuramente l’ennesima conferma che le cellule staminali possono diventare l’arma contro le malattie più gravi.

Written by Mattia Preziuso

Nato ad Avellino, 21 anni, appassionato di sport, prevalentemente calcio. Studente di Farmacia presso l'Università degli Studi di Fisciano e già collaboratore di altri siti. Segue con particolare attenzione notizie utili e sport.

Egitto, strage ai campi pro-Morsi: 124 le vittime fra cui due giornalisti

Federica Pellegrini

Pellegrini, la risposta della Federnuoto: 750 mila euro in sei anni