in

Cellule staminali: sangue artificiale creato in laboratorio

Creato in laboratorio il primo sangue artificiale, grazie all’uso delle cellule staminali. I ricercatori del laboratorio universitario di Madison, nel Wisconsin, hanno ricostruito il processo embrionale che avviene in natura, creando globuli rossi e bianchi in laboratorio, attraverso l’uso di cellule staminali umane.Cellule staminali

Un importantissimo passo avanti per la ricerca, che potrebbe spianare la strada al processo di produzione di cellule del sangue senza più il bisogno di ricorrere all’uso di miscele genetiche e/o fattori di crescita (cartilagini, tendini e legamenti che si rigenerano). Gli scienziati autori dell’esperimento, il cui risultato è stato pubblicato nella rivista Nature Communication, per creare il sangue artificiale hanno utilizzato “fattori di trascrizione” ovvero proteine che dettano al Dna lo sviluppo delle cellule staminali. “È la prima dimostrazione della possibilità di produrre diversi tipi di cellule a partire da cellule staminali pluripotenti umane”, ha affermato Igor Slukvin, responsabile dello studio.

Il team di ricercatori è riuscito, partendo da 1 milione di staminali, a ottenere 30 milioni di cellule del sangue. Questo nuovo metodo per produrre il sangue in laboratorio potrebbe rivelarsi determinante per affrontare il problema delle trasfusioni sicure, benché Vincenzo Saturni – presidente dell’Avis nazionale – inviti alla prudenza: “A oggi l’unica modalità che garantisce continuità e sicurezza nelle terapie trasfusionali è la donazione di sangue da donatori volontari, periodici e non remunerati”.

Vannoni stamina Foundation a giudizio

Aggiornamenti caso Stamina: Davide Vannoni rinviato a giudizio

federica sciarelli

Chi l’ha visto? Story anticipazioni 16 luglio: ventisei anni di indagini