in

Cellulite: di che tipo è la tua e come si cura

La cellulite è un male che affligge e ossessiona tutte le donne. Si tratta di una manifestazione, a livello dermico, di una degenerazione dei tessuti della pelle attraverso depressioni ed introflessioni. Queste modificano la superficie della pelle creando smagliature più o meno evidenti, differenti a seconda della parte interessata e del numero di cellule adipose. Queste differenze fanno sì che non esista un solo tipo di cellulite, ma se ne individuano principalmente tre: compatta, molle e edematosa.

Cellulite compatta. Questo tipo di cellulite, definita anche dura, è tipica delle ragazze giovani e atletiche. In questi casi, si presenta associata a corpi tonici e muscolosi, per cui risulta poco mobile, anche se con i consueti segni a buccia d’arancia. Questi sono causati da alcuni noduli che sottostanno alla porzione di pelle, e determinano un leggero dolore al tatto.
Cellulite molle. E’ frequente che la cellulite compatta, con l’età, si trasformi in molle. Questa tipologia compare, in genere, su soggetti ipotonici, con muscolatura scarsa. In questo caso, l’effetto ‘buccia d’arancia’ è molto più evidente, aggravato dallo scarso sostegno che garantiscono i muscoli. I noduli sono, in questo caso, molto mobili, e si avvertono, al tatto, sia in superficie che al di sotto.
Cellulite edematosa. Quando l’organismo presenta liquidi in eccesso, è probabile la comparsa di questa tipologia. Una situazione del genere è spesso associata ad un non corretto funzionamento della circolazione linfatica.  L’evidenza visiva che ne viene fuori fa risultare il tessuto gonfio ed ondulato.  Le parti più soggette, in questo caso, sono cosce, ginocchia, caviglie e braccia.

Nonostante il gran parlare che si fa attorno alla cellulite, non esiste una vera e propria ricerca che individui le sue cause a priori. Come rimedi per la cellulite, in generale, i consigli di medici e dermatologi si indirizzano su pratiche attente al benessere della pelle. Si sconsigliano quindi agenti dannosi come fumo e alcol, nonché il frequente consumo di sostanze lipidiche e animali, ricche di grassi insaturi. Al contrario, per dare beneficio, è consigliato mangiare frutta e verdura in quantità, possibilmente fresche, e bere acqua povera di sodio. L’esercizio fisico è fondamentale: aiuta a tonificare il muscolo e facilita l’attività drenante dei tessuti e la circolazione linfatica.

photo credit: ViolaDiMadre Dove fa freddo via photopin (license)

Replica Uomini e Donne Witty 3 aprile 2017: ecco dove vedere la puntata

virginia raggi

Farmacap Roma, cosa è successo con Virginia Raggi?