in

Cerca una cura per l’ictus a base di cellule staminali e riceve il tumore di un altro

Questa storia arriva dagli Stati Uniti, nello specifico dalla città di San Diego. Jim Gass, un uomo americano di 66 anni, il 10 maggio del 2009 ha avuto un ictus. Dopo circa due anni, stufo della sua situazione, ha deciso di cercare una cura via internet. Come ha rivelato al New York Times, infatti: “Ho cominciato a fare ricerche su Internet e rimasi molto colpito dalla storia di John Brodie, ex giocatore di football e golfista professionista che aveva avuto un ictus e dopo una terapia a base di cellule staminali in Russia è tornato a giocare a golf“.

Jim Gass comincia così la sua ricerca approfondendo – a modo suo – l’utilizzo delle cellule staminali nelle terapie affini. Si muove tra Russia e Messico per le iniezioni di cellule staminali e in principio qualche miglioramento sembra verificarsi, ma è solo una piccola illusione. Il dramma arriva quando Jim Gass decide di farsi visitare in una clinica di Boston. L’uomo ha infatti raccontato: “Dopo un piccolo miglioramento iniziale ho cominciato a stare male. Sentivo dolore quando mi sdraiavo e ho cominciato a perdere la capacità di camminare“.

Nella clinica di Boston, pochi giorni dopo, arriva la terribile diagnosi: tumore alla colonna vertebrale. I test svolti successivamente hanno rivelato che quel tumore non apparteneva a Jim, ma al suo donatore. La massa era composta da cellule primitive e anormali che stavano crescendo in maniera rapida e aggressiva. La vicenda, oltre a essere stata pubblicata sul New England Journal of Medicine, vuole essere anche un motivo di avviso nei confronti di tutte quelle persone che affidano la loro vita a guru, finti medici e cliniche di fama non consolidata.

[dicitura-articoli-medicina]

Ricette estive Bimby tm31: primi piatti freschi e veloci

arese shopping center negozi indirizzo

Arese Shopping Center: apertura straordinaria per i saldi estivi 2016