in

Cercare un bar per guardare le partite con FindMatch, startup italiana per gli amanti dello sport

Torniamo oggi a parlare di startup italiane innovative con FindMatch, impresa che ha pensato di rendere facile e veloce la ricerca di un bar in cui guardare la partita in diretta:“Dove andiamo a vedere la partita stasera? E da qui è nato tutto.”, ci spiegano i fondatori di FindMatch a proposito della loro idea. Ecco cosa ci hanno raccontato durante l’intervista per UrbanPost Business.

Innanzitutto benvenuti su UrbanPost. Iniziamo con la domanda di rito, com’è nata l’idea di FindMatch?
“FindMatch nasce da un problema che abbiamo riscontrato in prima persona. Eravamo fuori, in compagnia di amici, e nacque la domanda: ‘Dove andiamo a vedere la partita stasera?’. E da qui è nato tutto.”

27 e 28 anni, queste le età di voi fondatori: due ragazzi giovanissimi ma con già alle
spalle una startup di successo. Raccontate qualcosa su di voi ai lettori di UrbanPost: chi sono i fondatori di FindMatch?

“Parlare di startup di “successo” ancora è molto presto. La strada da percorrere è ancora molto lunga e c’è molto da lavorare. Però diciamo che i presupposti per fare bene ci sono tutti. I fondatori di FindMatch sono Mattia Goduto e Stefano Lino, entrambi laureati LUISS, con una grande passione per il calcio. Seppur tifosi di squadre diverse! Ci siamo conosciuti in Università e sin da subito tra di noi è nata una grande amicizia che, ad oggi, avendo anche obiettivi e interessi uguali, ci ha portato a creare un nostro progetto, una nostra idea. Abbiamo deciso di sposare una “sfida” difficile, ma ce la stiamo mettendo tutta per vincerla!”

Dall’idea alla messa in opera: qual è stato il percorso che ha portato sul mercato Findmatch?
“L’idea di Findmatch nasce agli inizi del 2014 e nell’arco di pochissimo tempo abbiamo lanciato un primo prototipo per Android e poi successivamente anche per iOS. Durante lo sviluppo del prototipo siamo andati alla ricerca di locali che aderissero al nostro circuito, riuscendo a racimolare sin da subito circa 100 locali su Roma (tutti porta-a-porta). Il nostro obiettivo era quello di poter testare il mercato, l’esistenza di un mercato. Il prototipo era un prodotto minimo, realizzato con le nostre risorse economiche. Dopo un anno di test, ci siamo fatti conoscere e siamo riusciti ad ottenere un importante investimento che ci sta permettendo di sviluppare la nuova piattaforma. Infatti abbiamo lanciato da pochissimo la nuova versione per Android e, a breve, lanceremo anche la nuova versione per iOS. Gli amanti dello sport a Roma, Milano e Napoli stanno già cercando il locale dove vivere la propria sfida.”

Un breve focus sull’applicazione: in cosa consiste, come funziona?
“Un servizio semplicissimo. FindMatch ti consente di trovare, intorno a te o in qualunque altro luogo, il locale con la partita (qualsiasi sport) che vuoi vedere. Quindi ad esempio stasera Roma-Milan? Perfetto, scarichi FindMatch e trovi subito il locale ideale dove guardarla. Perché ideale? In quanto ti consente di scegliere il locale in base alla presenza del maxischermo, della telecronaca, della tipologia di locale (pub/pizzeria/ristorante/bar) e tanto altro. Insomma gli amanti dello sport non potranno più sbagliare il locale dove guardare un evento sportivo. Ad oggi offriamo un servizio base, ma essenziale. In futuro offriremo tanti altri servizi che permettano a tutti i nostri utenti di vivere la loro sfida al meglio!”

In FindMatch hanno creduto sia investitori italiani sia stranieri, come cambia però il mercato e l’approccio all’innovazione dall’Italia all’estero?
“Ogni mercato ha le sue caratteristiche, in quanto fatto da persone con culture diverse che vivono in contesti spesso anche molto differenti. Tuttavia oggi ogni Paese sta cercando di avere sempre più un approccio pro attivo verso l’innovazione. D’altronde l’innovazione è necessaria per il miglioramento di qualunque civiltà nel mondo. Non si può fare a meno di essa. Crediamo però che ogni startup che ha intenzione di uscire fuori dall’Italia debba essere consapevole che va incontro a mercati completamente diversi e questo richiede approcci differenti.”

 Molti startupper ci hanno spiegato come l’Italia abbia ancora molto lavoro da fare in favore delle neo imprese innovative: qual è il vostro punto di vista?
“Guardando indietro possiamo dire che l’Italia è migliorata molto da questo punto di vista. Sono state attuate una serie di azioni che hanno permesso di agevolare la nascita di nuove imprese. Basti guardare i numerosi acceleratori e incubatori nati negli ultimi anni, che aiutano giovani imprenditori a sviluppare le proprie idee. Tuttavia la strada da fare è ancora tanta per poter raggiungere dei livelli soddisfacenti. Spesso anche noi ci siamo ritrovati di fronte a degli ostacoli assolutamente evitabili, che però per una startup hanno un costo molto elevato. Chi fa startup deve focalizzarsi sul prodotto e sul mercato, nient’altro.”

Qual è per voi l’importanza di portare l’innovazione nella vita quotidiana delle persone?
“Ripeto l’innovazione è un elemento imprescindibile per la nostra civiltà. E’ necessaria per poter migliorare la vita di tutti i giorni, snellire i processi, ridurre i costi. E poi…nel caso di FindMatch…per divertirsi!”

VERONICA PANARELLO RICORSO IN APPELLO

Caso Loris, udienza preliminare rinviata: perizia psichiatrica non depositata

caso yara CONDANNA BOSSETTI NEWS

Caso Yara processo video furgone, Bossetti: “Non è mio, per 2 motivi”