in

Cerchi lavoro? Le aziende che assumono

Cercare un lavoro adatto ai propri studi ed esperienze è un lavoro di per sé in termini di tempo e denaro. Oggi però la ricerca si è spostata sul web perché le aziende pubblicano online i loro annunci e in pochi istanti si accede ad un elenco completo di tutte le offerte di lavoro in Italia e all’Estero attive.

Dagli ultimi annunci pubblicati emerge che è il settore della grande distribuzione a trainare il mercato. Si ricercano addetti banco salumi, formaggi, ortofrutta, montaggio e scarico merci. Opportunità anche per laureati nel ruolo di manager o di stage per candidati di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Lo stage resta lo strumento principe per chi è senza esperienza e vuole entrare in un mercato dove la concorrenza è alta.

Per i laureati gli annunci riguardano soprattutto il settore assicurativo e creditizio, ma non solo. Ricordiamo che dal rapporto di Almalaurea 2016 sulle Lauree più richieste nel mercato del lavoro ci sono quelle nel settore medico e ingegneristico cui segue la laurea in Economia. I laureati in materie economiche trovano impiego in diverse realtà trasversali presso banche e istituti finanziari, ma anche in ONG, come contabili e amministrativi, in ruoli direttivi, dirigenziali ecc.

E se l’Italia sta stretta c’è sempre l’opportunità di lavoro all’estero. Le multinazionali hanno sedi in tutto il mondo e ricercano personale per diversi ruoli dal project manager all’impiegato con funzioni di segreteria. Le città più gettonate restano Londra, Parigi, Dublino e New York. E realtà diverse dalle nostre come Nuova Delhi e Pechino rappresentano le nuove frontiere. Chi cerca lavoro fuori dai confini nazionali deve essere munito di elasticità e apertura verso realtà diverse dalle proprie e di una comprovata conoscenza quanto meno dell’inglese, passaporto per eccellenza nel mondo.

rimbocchiamoci le maniche 11 ottobre facebook

Replica Rimbocchiamoci le maniche: ecco dove vedere l’ultima puntata

76 borse di studio per la Sapienza Roma

76 borse di studio Università Sapienza da 3.000 euro: come candidarsi per l’a.a. 2016/17