in ,

Cesare Battisti: latitante per l’Italia, conferenziere per il Brasile

Cesare Battisti non smette di far parlare di sé. Mentre in Italia è latitante, nonché condannato in via definitiva all’ergastolo nel 1970 per l’uccisione di quattro persone, in Brasile viene invitato dall’Università federale di santa Caterina, a Florianopolis, per tenere un intervento sul tema ”Chi ha diritto a vivere”. La presenza alla conferenza, peraltro finanziata con soldi pubblici, frutterà a Battisti un compenso di circa 500 euro, come riportato dal sito brasiliano Jornaldamidia.

cesare battisti conferenza ergastolo

Paulo Lopes, organizzatore della conferenza, ha dichiarato al quotidiano brasiliano “O Estado”: ”Battisti è stato chiamato per dar voce agli esiliati, agli imprigionati“.

Battisti, ex terrorista del gruppo eversivo “Proletari Armati per il Comunismo”, attualmente gode dello status di rifugiato politico nel Paese sudamericano. Infatti, dopo la fuga dal carcere e dall’Italia nel 1981 e una lunga latitanza in Francia e Messico, Battisti scappò in Brasile dopo che la Francia nel 2004 acconsentì all’estradizione richiesta dalla magistratura italiana. Nel 2007 la polizia brasiliana lo arrestò ma successivamente nel gli fu accordato lo status di rifugiato politico. Dopo varie vicissitudini, nel 2010 il presidente brasiliano Lula negò l’estradizione dell’ex terrorista richiesta dall’Italia, creando un aspro scontro tra i due governi.

Seguici sul nostro canale Telegram

michelle e tomaso matrimonio

Michelle Hunziker shock: “Mia figlia Aurora mi ha salvata da una setta”

Domenica In L'Arena 12 ottobre

Domenica In L’Arena: intervista esclusiva a Franco Fiorito