in ,

Cesare Cremonini, al “Più che Logico Tour 2015” torna anche la storica “Maggese”

Manca poco più di un mese all’inizio del Più Che Logico Tour 2015, che lo vedrà impegnato in un tour de force musicale che inizierà il 23 ottobre a Torino. Cesare Cremonini, poche ore fa, ha annunciato, in un post pubblicato sui social, alcune delle novità del tour in arrivo. Tra le chicche musicali, anche lo storico pezzo uscito 10 anni fa e che porta il titolo di “Maggese”.

Maggese farà parte della scaletta del nuovo tour che sta per esplodere. E non ci sarà solo lei tra le novità che sto preparando – scrive Cesare su Facebook –  Questa canzone rappresenta molto per me, e so che ha un valore speciale anche per chi ci segue da tanti anni ormai. Sto parlando di chi ha visto questo progetto musicale crescere giorno dopo giorno, disco dopo disco, fino ad oggi”. Per il cantautore si tratta di un pezzo dal significato profondo, partorito dopo un periodo molto intenso. “Quella canzone e quel disco rappresentano un orizzonte di enorme libertà raggiunto in modo consapevole ed entusiasta all’età 25 anni. Ora ne ho dieci di più ma è come se lo avessi partorito ieri, tanto fu intensa e colma di emozione la sua lavorazione”

Registrato a Londra tra gli Abbey Road Studios e gli Olimpyc di George Martin, Maggese è uno degli album rimasti nella storia del cantautore bolognese per la sua qualità musicale. Un disco unico, che inizialmente avrebbe dovuto chiamarsi “Alphabet City”, nome poi trasformato in “East Side 24055” . “Ricordo di averla scritta durante un weekend di vacanza in Sardegna con alcuni amici, e lo stesso accadde ovviamente anche per la canzone che prende il titolo dall’isola più bella del mondo, anch’essa contenuta in quel disco. La parola “Maggese” mi fu portata in dono da una cara amica che scrisse una poesia a me dedicata, per cercare di tirarmi su in un momento no”.

Finale Miss Italia 2015

Finale Miss Italia 2015, ospiti: Massimo Ferrero, Morgan e Baby K con Giusy Ferreri

riforma scuola 2015

Napoli, bambino senza ossigeno non può andare a scuola: mancano gli operatori