in ,

Charlie Hebdo, il ministro dell’Interno francese valuta la chiusura delle frontiere

Il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve ha detto che, in seguito alla strage del Charlie Hebdo e i fatti che l’hanno seguita, bisogna “valutare possibili modifiche al sistema Schengen per lottare contro il terrorismo”. Il sistema Schengen è quell’insieme di regole europee che permette ai cittadini dell’UE di muoversi liberamente in tutti i paesi dell’Unione.

Angelino Alfano, ministro dell’Interno italiano, ha invece ribadito che: “Schengen è una grande conquista di libertà non si può regalare ai terroristi il successo di tornare indietro”. Il punto critico è che spesso i terroristi approfittano delle frontiere “permeabili” per scorrazzare indisturbati per l’Unione Europea e magari recarsi come combattenti in Siria e poi ritornare negli stati dell’Unione per progettare e compiere attentati terroristici. L’Italia per ora non è nel mirino della jihad islamica, ma una delle rotte che portano tanti giovani di nazionalità francese in Siria passa anche per la zona di Bardonecchia e Cazeneuve ritiene che un maggior controllo sulle frontiere potrebbe essere indispensabile.

Katy Perry al Super Bowl 2015

Katy Perry e Lenny Kravits si esibiranno al Super Bowl 2015

Ragion di Stato con Luca Argentero

Anticipazioni Ragion di Stato 12 gennaio: parte la spy story con Luca Argentero