in ,

Charlie Hebdo: oggi a Parigi la marcia repubblicana per le vittime della strage, psicosi attentati altissima

Cancellieri e capi di Stato di tutto il mondo presenzieranno alla ‘marcia repubblicana’ che si terrà quest’oggi a Parigi; un corteo per ricordare le vittime della strage compiuta al Charlie Hebdo lo scorso 7 gennaio, nel quale un commando di tre uomini armati facenti parte di una cellula jihadista ha tenuto sotto scatto la Capitale francese per tre giorni.

Parigi è blindata, lo stato d’allerta massimo anche alla luce di una notizia che la Cnn avrebbe diffuso nelle ultime ore, ovvero che in territorio francese si sarebbero attivate nuove cellule terroristiche ‘dormienti’. Oltre a leader politici europei, sono attesi il premier israeliano Netanyahu e il presidente palestinese Abu Mazen. L’affluenza sarà oceanica: si prevede la presenza di circa un milione di persone.

La psicosi attentati non si è quindi placata, anzi, fonti dell’antiterrorismo avrebbero comunicato a Le Figaro seria preoccupazione per il corteo di oggi, in quanto “sapendo che tutti i sospettati potrebbero non essere ancora stati identificati, la decisione di tenere la manifestazione lascia perplessi, forse sarebbe stato meglio rinviare l’evento almeno di un paio di giorni”. Si ricordi infatti che la compagna dell’attentatore del supermercato kosher ucciso durante un blitz della polizia, Amedy Coubaly, è ancora libera, in fuga. Intanto su Twitter impazza l’hashtag #AnnulezLaMarcheDu11Janvier.

Che tempo che fa Luciana Littizzetto

Che tempo che fa anticipazioni e ospiti 11 gennaio: Umberto Eco, Marco Mengoni, Raoul Bova e Neri Marcoré

Ventura Torino

Torino calcio ultimissime, Ventura: “Dovevamo vincere”