in

Checco Zalone batte il suo record: con “Sole a catinelle” affonda anche “Che bella giornata”

Ennesimo record per Checco Zalone: il comico pugliese è riuscito a portare a casa in sole tre settimane un risultato inedito, ben 44.157.54 euro di incassi al botteghino. Tutto merito del suo ultimo capolavoro “Sole a catinelle”, una commedia straordinaria che è riuscita a non deludere le alte aspettative degli spettatori. Stavolta Checco Zalone si è davvero superato, arrivando a battere sé stesso e il precedente record di incassi, 43.475.000 euro, conquistati con il suo secondo film “Che bella giornata”.

checco zalone

In base ai dati Cinetel, nel 2011 “Che bella giornata” era riuscito a superare il precedente record di Roberto Benigni e “La vita è bella“, che nel 1997 aveva incassato “soltanto” 31.231.984 euro. Superato Benigni, per Checco Zalone ultimo ostacolo per arrivare in vetta alla classifica del film più visto di sempre in Italia rimangono i colossal “Titanic” e “Avatar”, il primo fermo a 50 milioni , il secondo con oltre 60 milioni di incassi.

Procedendo di questo passo, pare che entro pochi giorni Checco Zalone riuscirà ad affondare una volta per tutte Titanic e a conquistare un posto d’onore sui gradini più alti del podio. Fin dall’inizio, tutto ha lasciato presagire che si sarebbe trattato di un successo immenso: “Sole a catinelle” è stato proiettato in ben 1200 sale ed oltre 30 mila sono state le prenotazioni registrate per il 31 novembre, il giorno del grande debutto al cinema. Insomma, cifre inaudite che danno lustro al cinema italiano e lasciano sperare che, un giorno, il successo di James Cameron possa essere, se non eguagliato, quantomeno sfiorato da un italiano…

Seguici sul nostro canale Telegram

Linea Gialla

“Linea Gialla” 19 novembre: intervista esclusiva al nuovo super testimone del caso Roberta Ragusa e le indagini da Roma e altre città italiane sulla prostituzione minorile

Giovanni Floris a Ballarò

Anticipazioni Ballarò 19 novembre: la tragedia della Sardegna e ‘I dubbi della politica, le incertezza dell’economia’