in ,

Chi è Al-Baghdadi, il califfo alla guida dell’Isis

“La Palestina sarà il vostro cimitero”, così Abu Baker al-Baghdadi in un messaggio audio diffuso ieri via web in cui dichiara guerra ad Israele: “Allah vi ha raccolto in Palestina perché i musulmani vi uccidano“. Ma chi è il terrorista iracheno leader dello Stato Islamico? Già noto a Washington dal 2004 quando, liberato da un campo di prigionia in Iraq, si arruolò in Siria per combattere sul fronte di al-Nusra, il jiadista al-Baghdadi il 29 giugno 2014 si autoproclamò Califfo del neo nato Stato Islamico dichiarando apertamente il suo odio per gli Stati Uniti: “La vostra battaglia contro i musulmani è persa” – tuonava in un messaggio audio il giorno del suo ‘insediamento’ – “l’America la pagherà cara, ancora di più rispetto a quello che è stato fatto da Osama Bin Laden”.

Re del terrore, dal 13 novembre 2015 nemico acerrimo anche della Francia, il leader dello Stato Islamico, la cui sovranità non è mai stata riconosciuta ufficialmente, controlla il territorio che si trova tra l’Iraq nord-occidentale e la Siria orientale. Poco più che 30enne, al-Baghdadi nel 2004 era stato prigioniero a Bucca, carcere statunitense a sud dell’Iraq, incarcerato come “prigioniero civile” e dove rimase per 10 mesi. L’America non sapeva, allora, che quel prigioniero all’apparenza introverso e sconosciuto, in realtà era un combattente islamico già radicalizzato e che in quel carcere, che ospitava numerosi jihadisti ed ex combattenti dell’esercito di Saddam Hussein, fece emergere la sua figura di ‘Capo’ (un ex compagno di carcere lo definì vero ‘mediatore’ tra detenuti e militari americani) e rafforzò oltremodo il suo futuro progetto di terrore, che già da alcuni anni si sta materializzando sotto gli occhi dell’Occidente – il suo obiettivo da distruggere – e del mondo.

Dopo la scarcerazione ed un percorso militare e religioso che lo vide vicino al gruppo jihadista di Abu Musab al Zarqawi nella lotta di al-Qaeda in Iraq, nel 2010 imbocca la strada che lo porterà alla presa del potere: quando al-Masri, succeduto ad al-Zarqawi, ucciso dagli americani, si fece esplodere per non cadere prigioniero dell’esercito iracheno, nel 2012 la leadership passò infatti a lui, eletto con 9 voti su 11 del consiglio militare. Da quel momento Abu Baker al-Baghdadi viene eletto capo dell’organizzazione terroristica che da anni tiene in pugno l’Occidente, diffonde via web raccapriccianti video di barbare uccisioni di prigionieri e firma con il sangue attentati terroristici che stanno segnando indelebilmente la storia dell’umanità.

I Giocatori anticipazioni

Stasera in Tv: I Giocatori di Enrico Ianniello

Melissa Satta foto figlio Instagram

Melissa Satta, Andrea Delogu, Laura Barriales: i tre volti femminili vincenti dello sport in Tv