in

Corrado Stajano chi è: tutto sull’autore di “Eredità” scelto alla Maturità 2019

Corrado Stajano, scrittore, giornalista e redattore, è lui la vera sorpresa degli Esami di Maturità 2019. Chissà che gli studenti per la prima prova non decidano di commentare il brano suo tratto da L’Eredità. 

Corrado Stajano: chi è? Tutto sullo scrittore de “L’Eredità”

Corrado Stajano è nato a Cremona il 24 settembre 1930. Laureato in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano, Corrado Stajano è stato collaboratore, redattore, inviato della rivista Il Mondo di Mario Pannunzio, di Tempo illustrato, Panorama, Il Giorno, Il Messaggero. Dal 1987 al 2003 ha lavorato anche a Il Corriere della Sera come articolista. Dal 2003 al 2006 ha collaborato anche con l’Unità curando una personale rubrica. Corrado Stajano ha lavorato anche a lungo per la Rai, autore di documentari televisivi di stampo politico, sociale e culturale. Degni di nota: In nome del popolo italiano; Le radici della libertà; Nascita di una formazione partigiana, tutti con Ermanno Olmi.

Corrado Stajano: scrittore, giornalista e redattore

Impegnato anche in ambito accademico, Corrado Stajano è stato docente a contratto nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Padova nell’anno accademico 1985-1986. È anche senatore della Repubblica come indipendente nelle liste del Partito Democratico della Sinistra nella XII legislatura (1994-1996). Impegnato, ha fatto parte della Commissione Giustizia e della Commissione parlamentare antimafia. Nel suo curriculum non si è fatto mancare nulla: ha interpretato se stesso nel film Aprile di Nanni Moretti. In una scena infatti si vede il regista romano intervistare Stajano sulla sua esperienza da parlamentare e sulla sua scelta di non ricandidarsi alle successive elezioni. Nel 2014 si è aggiudicato il Premio Andrea Barbato per il giornalismo. Tante le opere sue: ha pubblicato con Einaudi Il sovversivo (1975), Africo (1979), L’Italia nichilista (1982, 1992), Un eroe borghese (1991, da cui fu tratto il film omonimo), Il disordine (1993); con Garzanti Promemoria (1997, Premio Viareggio), Patrie smarrite (2001), Maestri e Infedeli (2008), La città degli untori (2009, Premio Bagutta), La stanza dei fantasmi (2013); con Archinto Destini (2014). Nel 2017 ha pubblicato Eredità (Premio Nuto Revelli).

Corrado Stajano, di cosa parla “Eredità”?

Alla Maturità 2019 è stato scelto un brano tratto dall’Eredità, che è un’opera a metà strada tra autobiografia e romanzo storico. La narrazione si apre a Como in concomitanza con il Patto D’Acciaio stipulato tra Italia e Germania. All’epoca l’autore è solo un bambino e vive a modo suo il dramma del Fascismo. Seguono poi i fatti legati alla Resistenza e al Dopoguerra.

leggi anche l’articolo —> Maturità 2019 prima prova, le tracce: Ungaretti, Sciascia e Corrado Stajano

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Maturità 2019 prima prova, le tracce: Ungaretti, Sciascia e Corrado Stajano

Trading: opportunità, rischi e migliori strategie per il 2019