in

Chi è Liberato, il misterioso rapper che non ha mai rivelato la sua identità

Chi è Liberato? E’ probabilmente una delle domande più frequenti che girano attorno al rapper napoletano. Liberato tiene ben segreta la propria identità, ma tutti i misteri prima o poi vengono svelati. Infatti arrivano nuovi indizi, nuove teorie che ci avvicinano ogni giorno di più alla soluzione.

liberato livio cori

leggi anche: Alain Delon malattia, ricoverato in ospedale a Parigi: l’attore colpito da un malore

Il mistero di Liberato

Liberato è un rapper napoletano che ha deciso di nascondere la sua identità. Infatti il cantante si presenta sempre con il volto coperto e una felpa nera con scritto “Liberato“. Ai suoi live si presenta con altre controfigure vestite esattamente come lui e tutto il live è decorato da fumi e luci soffuse che rendono impossibile riconoscerlo. Una strategia di marketing davvero vincente. Il personaggio di Liberato incarna proprio l’essere, appunto, libero. Che la musica piaccia o no, va riconosciuto il talento di questo artista che ha trovato un modo insolito per proporre la sua musica.

liberato livio cori

Gli indizi sulla sua identità

Ma tornando alla sua identità. In molti vogliono saperne di più e come ogni buon mistero, ci sono molte persone che stanno facendo di tutto per svelare la sua identità. Qualche mese fa è stato fatta un’analisi spettrografica tra la voce di Liberato e la voce di diversi cantanti italiani. A quanto pare risultano sovrapponibili le voci di Liberato e Livio Cori, rapper napoletano in gara con Nino D’Angelo all’ultimo Festival di Sanremo.

Nelle ultime ore sono emersi nuovi indizi, che sembrerebbero rafforzare l’idea che sotto il cappuccio di Liberato si nasconda proprio Cori. L’elemento chiave sarebbe un rettangolo rosso. La copertina del primo album di Liberato, pubblicato sempre lo scorso 9 maggio, raffigura una rosa stilizzata e, appunto, un rettangolo di colore rosso nella parte in basso a sinistra. In molti hanno voluto far notare che lo stesso rettangolo appare sulla giacca di Livio Cori nel corso della sua esibizione a Sanremo. Lo stesso simbolo sarebbe stato avvistato anche altre volte sugli abiti di Livio Cori.

liberato livio cori

leggi anche: Anna Tatangelo Instagram, incidente hot nel corso di uno shooting: il pantalone va troppo giù, fan in tilt

Ma cosa ne pensa Livio Cori?

In un’intervista Cori ha risposto: «Non sono io, lo ripeto, ma se lo fossi non ve lo direi. Il progetto funziona proprio per questo alone di mistero, non dà spazio alle cose di contorno che in genere si costruiscono intorno alla musica, ma riporta al centro appunto la musica, l’arte. Qualcuno mi ha accostato a lui per la somiglianza con la sua linea melodica. Pochi rapper napoletani uniscono rap e melodie. Ma quando ascolterete il singolo Surdat potrete capire le differenze tra me e Liberato. Non sono io, continuate a cercare».

Alessandro Tiberi: età, peso, altezza, carriera, vita privata dell’attore di “Lontano da te”

Angela Nasti e Alessio si sono lasciati, fuga di follower per l’ex tronista: il commento di Raffaella Mennoia