in

Chi è Nicole Orlando, campionessa down e autrice del libro ‘Vietato dire non ce la faccio’

Campionessa sulla pista di atletica, ma anche e soprattutto nella vita. Stiamo parlando di Nicole Orlando, atleta affetta da sindrome di down, capace di vincere quattro ori e un argento nella spedizione azzurra ai Mondiali in Sud Africa di atletica leggera. La giovanissima è intervenuta ai microfoni della trasmissione Genetica oggi su Radio Cusano Campus, emittente radiofonica dell’Università Niccolò Cusano, parlando anche del suo nuovo libro ‘Vietato dire non ce la faccio’.

Queste le parole di Nicole Orlando sul suo libro: ‘Un giorno mi hanno chiesto di raccontare la mia vita, la mia storia e io ho subito accettato perché per me è un piacere’. Nel suo testo, l’atleta apre con un momento piuttosto emozionante per lei, visto che il Presidente della Repubblica Mattarella ha citato in passato Nicole, come modello ed esempio da seguire: ‘All’inizio mi sono preoccupata e non ho detto niente, ma subito dopo mi sono commossa. Sono orgogliosa di essere italiana’.

‘La mia famiglia è stata sempre vicina a me e questo è molto importante. Io sono un carattere abbastanza duro, determinata e senza paure e il mio motto è non mollare mai’. Alla domanda sulla discriminazione purtroppo esistente nel nostro Paese nei confronti di persone con sindrome di down, Nicole Orlando si è espressa così: ‘Sono orgogliosa ma per noi è difficile trovare lavoro. Mi dispiace anche non poter essere andata alle Paralimpiadi, perché la nostra categoria non è ancora prevista. Suggerisco ai giovani di non mollare mai, superare le loro paure e anche loro devono dire vietato non ce la faccio’.

RIMANI AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS DI SPORT CON URBANPOST

Foto di Nicole Orlando @Facebook

Seguici sul nostro canale Telegram

Assunzioni scuola 2017

Assunzioni scuola 2017 per 80mila precari? Ecco cosa sta studiando il Governo

omicidio gianna del gaudio news pomeriggio 5

Seriate omicidio Gianna Del Gaudio, sopralluogo in casa del figlio: “Sequestrato materiale interessante”