in

Chiacchiere di Carnevale 2015 al forno o fritte: scopri tutte le ricette e le varianti regionali

Le Chiacchiere di Carnevale al forno o fritte sono un tipico dolce italiano di questo periodo dell’anno: a seconda della zona possono chiamarsi anche bugie, cenci, crostoli, galani, sfrappole. Possono essere fritti in abbondante olio bollente oppure preparati in versione “light”, al forno.

Di solito hanno la forma di una striscia, talvolta manipolata a formare un nodo (in alcune zone, infatti, si chiamano proprio “fiocchetti“). Possono essere spolverati con zucchero a velo oppure semolato, a volte sono ricoperti di miele o cioccolato, oppure annaffiati con alchermes o serviti con il mascarpone montato e zuccherato.

La loro tradizione delle probabilmente risale a quella delle “frictilia“, dolci fritti nel grasso che nell’antica Roma erano preparati proprio durante il periodo dell’odierno Carnevale. Tutte queste varianti dipendono sopratutto dalla tradizione del territorio, che spesso abbraccia l’intera Regione.

Vediamo insieme alcune varianti, sia per i nomi che per le ricette:
bugie (Genova, Torino, Asti, Imperia, Savona);
cenci o crogetti (Prato, Firenze, Pisa, Livorno);
strufoli o melatelli (Grosseto, Massa Marittima);
chiacchiere (Basilicata, Sicilia, Campania, Lazio, Alto Sangro nell’Abruzzo meridionale, Molise, Umbria, Puglia, Calabria, Milano, La Spezia, Massa, Carrara, Sassari e Parma);
cróstoli o cróstołi o gròstoi o grustal (Ferrara, Imperia, Rovigo, Vicenza, Treviso, Trentino, Friuli, Venezia Giulia);
fiocchetti (Montefeltro e Rimini);
frappe (Roma, Viterbo, Perugia e Ancona);
gałàni o sosole (Venezia, Verona, Padova);
rosoni o sfrappole (Modena, Bologna, Romagna);
– ancora galarane, saltasù, sfrappe, sfrappole, sprelle, risòle, nacatole, stracci, lasagne, pampuglie, manzole, garrulitas.

per vedere la ricetta dei galani veneziani clicca qui

per la ricetta delle frittelle dolci di riso toscane clicca qui

per le ricette di tutti i dolci fritti di Carnevale clicca qui

per le ricette di tutti i dolci di Carnevale fatti in casa con il Bimby clicca qui

Ingredienti per le chiacchiere fritte:
500 grammi di farina 00; 3 uova; 30 grammi di zucchero semolato; 1 bicchierino di grappa; 20 grammi di strutto; sale; zucchero a velo; olio di arachide per friggere.

Preparazione:
Versate la farina a fontana sul piano di lavoro, unite zucchero semolato, strutto, grappa e uova e cominciate a lavorare l’impasto con le mani. Una volta ottenuta un impasto elastico ed omogeneo, stendetelo con il mattarello fino ad uno spessore di 3 millimetri circa. Con una rotella tagliapasta ricavate dalla sfoglia tanti rettangoli di uguale dimensione. Cuoceteli in olio bollente fino a quando non diventano ben dorati su entrambi i lati, scolateli con una schiumarola e passateli nella carta assorbente, prima di spolverizzarli con zucchero a velo o semolato.

Ingredienti per le chiacchiere al forno:
250 grammi di farina; 20 grammi di zucchero; 25 grammi di burro ammorbidito; 2 uova; marsala; 1 limone; mezza bustina di lievito per dolci; zucchero a velo; sale.

Preparazione:
Versate la farina su un piano di lavoro e create la classica “fontana”. Unite sale, zucchero, scorza di limone, lievito, uova, il burro e infine un cucchiaio abbondante di marsala. Con una forchetta amalgamate il tutto e iniziate ad impastarlo: ottenuto un impasto omogeneo formate una palla e lasciatela riposare, coperta da un canovaccio, per circa 30 minuti. Prendete la pasta e stendetela con il mattarello fino a creare una sfoglia molto sottile. Dividete ogni sfoglia in rettangoli di 10 centimetri per 5 e, usando la rotella tagliapasta, praticate due incisioni interne per la lunghezza. Cuocete in forno per 15 minuti a 180 gradi, lasciate intiepidire e cospargete con zucchero a velo.

12enne picchiata a scuola da tre coetanei

Bullismo a Bologna, 12enne picchiata in classe da 3 coetanei: “La professoressa distratta al pc”

sanremo 2015

Sanremo 2015, scaletta prima serata: ospiti Al Bano, Romina e Tiziano Ferro