in ,

Chiara Rizzo scarcerata, concessi i domiciliari

Chiara Rizzo è stata scarcerata, il gip Olga Tarzia ha accolto la richiesta dei legali della donna, concedendole gli arresti domiciliari, che trascorrerà a Messina, a casa di una parente. Era stata arrestata a Nizza lo scorso 11 maggio, e poi estradata in Italia e condotta nel carcere di Reggio Calabria, la moglie di Amedeo Matacena, coinvolta nell’inchiesta sul presunto favoreggiamento della latitanza del marito, nel quale è emersa anche una corresponsabilità dell’ex ministro di forza Italia Claudio Scajola, arrestato anche’egli.Chiara Rizzo e Amedeo Matacena

Gli avvocati della donna, Bonaventura Candido e Carlo Biondi, si dicono soddisfatti: “Siamo contenti che il giudice abbia riconosciuto che il nuovo decreto legge del 28 giugno sulla custodia cautelare in carcere, che era già in vigore al momento dell’ultimo rigetto, fosse applicabile anche a Chiara Rizzo, che ha subito, a nostro avviso, un lungo ed ingiustificato periodo di custodia cautelare in carcere”.

La signora Matacena potrà ricongiungersi ai suoi due figli, “dai quali è stata lontana oltre due mesi”, hanno continuato gli avvocati. Dal canto suo, Amedeo Matacena, punta il dito contro Scajola: “Quello che sembra l’attore ed il gestore dell’operazione Libano è Scajola al quale mia moglie aveva chiesto aiuto” – ha detto – ” È lui che ha proposto e gestito l’operazione. Quindi tenere mia moglie in carcere è stato davvero assurdo”.

Mediatrade assoluzione

Mediatrade: assolti Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri

Benidorm, cade montagne russe muore

Benidorm, montagne russe: incidente mortale, 18enne vola nel vuoto