in

Chieti, ginecologa si rifiuta di visitare paziente: “Sei troppo grassa”, e parte la denuncia

Chieti: una ginecologa si sarebbe rifiutata di sottoporre ad un controllo medico una paziente “perché” troppo grassa”, A denunciare ai carabinieri quanto accaduto è una giovane madre 27enne, che è scoppiata in lacrime dopo essere stata rifiutata ed umiliata per via del suo aspetto estetico. Secondo quanto ricostruito dalla donna, ieri mattina 25 luglio aveva in programma una visita ginecologica al consultorio della Asl di Chieti. Dopo l’increscioso accaduto, in preda all’ira, ha telefonato al 112 e sul posto sono arrivati i carabinieri, che hanno raccolto la testimonianza della donna e quella della ginecologa.

Potrebbe interessarti anche: Elisa Gualandi scomparsa a Pont Canavese, Roberta Bruzzone: “Costretta a salire su un’auto?”

ginecologa rifiuta paziente

Il racconto della madre 27enne rifiutata “perché grassa”

La 27enne si è sentita umiliata dal trattamento ricevuto: “Ho intenzione di andare fino in fondo: presenterò denuncia in caserma. Non è tollerabile quello che mi è successo. Sono arrivata al consultorio intorno alle 9.20, accompagnata da mia cugina. Quando è arrivato il mio turno, mi sono seduta di fronte alla dottoressa e le ho detto che ero lì per una visita. Era presente anche un’assistente. La dottoressa ha subito reagito in modo stizzito: sei troppo grassa, non vedi che pancia hai? Come faccio io a visitarti? Non riuscirei a vedere l’utero. Devi scendere di peso. La visita non è mai iniziata: quel medico si è rivolta subito nei miei confronti con un tono alterato e non avuto né tempo né forza di reagire. A quel punto mi ha fatto un’impegnativa per andare a eseguire un’ecografia da un privato”. A quel punto la giovane madre è uscita dall’ambulatorio sconvolta, ed è scoppiata a piangere. La cugina che la accompagnava ha assistito alla scena, incredula. La dottoressa che ha avuto la discussione con la paziente è un medico specialista ambulatoriale convenzionato. “È stato terribile ricevere un trattamento del genere”, ha aggiunto la 27enne, “Mai mi sarei aspettata di essere umiliata in questo modo in una struttura pubblica. A ferirmi è stato soprattutto il tono utilizzato dalla dottoressa”.

La nota del Consultorio Asl di Chieti

La struttura sanitaria in cui si è verificato il fatto ha immediatamente offerto appoggio alla giovane madre, e fatto sapere che saranno effettuati accertamenti in merito con l’apertura di un’inchiesta interna: “Esprimiamo rammarico per quanto accaduto. Il personale interno alla struttura si è messo subito a completa disposizione della ragazza, dandole sostegno psicologico e fissandole con celerità un nuovo appuntamento, in programma venerdì, con un’altra ginecologa. La paziente ha confermato la propria stima nei confronti della struttura. In ogni caso sono in corso approfondimenti per verificare con precisione quanto accaduto”.

Filippo Bisciglia malattia, il dramma del conduttore di Temptation Island: “Ecco come ne sono uscito”

Sonia Bruganelli gossip news, perché la famiglia Bonolis ha il jet privato? Ecco la verità