in

Chris Martin: «Un tempo ero omofobo, terrorizzato di poter essere gay!»

Non potevano certamente passare inosservate le dichiarazioni di Chris Martin pubblicate su Rolling Stones. Il front-man dei Coldplay, artista acclamato in tutto il mondo, considerato anche un’icona sexy, ha raccontato di aver trascorso un’adolescenza piuttosto travagliata. Il cantante, che è stato sposato per tanti anni con l’attrice Gwyneth Paltrow e che ha avuto un flirt con Dakota Johnson, nota per Cinquanta Sfumature di Grigio, ha rivelato particolari inediti sulla sua sessualità.

Chris Martin ammette: «Un tempo ero omofobo, terrorizzato di poter essere gay!»

«Quando frequentavo il collegio, “saltellavo” da una conclusione all’altra. Ma ero anche un po’ omofobo. Pensavo che se fossi stato gay, mi sarei fregato per il resto della mia vita. Insomma, stavo scoprendo la mia sessualità», ha dichiarato Chris Martin, che ha poi aggiunto: «Pensavo: “Magari sono gay, magari sono questo, magari solo quello. Non posso essere gay”. Ero terrorizzato, anche perché frequentavo un gruppo di ragazzini che pensavano le stesse cose. Per parecchio tempo hanno continuato a darmi dell’omosessuale, ma lo facevano in maniera aggressiva. Per me era strano». Chris Martin non ha voluto nascondere i suoi turbamenti«Non sapevo se fossi veramente gay. E, anche se lo fossi stato, mi dicevo che non potevo esserlo, perché era sbagliato. Tutti questi pensieri mi agitavano moltissimo!». Poi la svolta, qualcosa lo ha scosso.

«Poi ho cambiato punto di vista, probabilmente solo perché sono maturato!»

«Ho iniziato a preoccuparmi seriamente della mia sessualità. Poi, quando avevo 15 anni e mezzo, non so cosa sia successo, ma semplicemente ho smesso di interessarmene. Ho proprio cambiato punto di vista. Probabilmente solo perché sono maturato. Ho guardato “fuori dalla finestra” e ho pensato che in effetti molti dei miei “eroi” sono gay e questo non mi importava. Quindi ho pensato che, alla fine, tutta la pressione che sentivo addosso fosse immotivata. Ho iniziato a farmi anche delle domande sulla religione, decidendo di vivere il mio rapporto con quello che ritenevo fosse Dio, indipendentemente da una religione in particolare», ha concluso Chris Martin, che ha voluto fare tali confidenze forse per aiutare qualche suo fan, dimostrando che l’adolescenza è un’età delicata, in cui è più che naturale sentirsi fragili, soli. È normale porsi domande di questo tipo.

leggi anche l’articolo —> Chris Martin malattia: «Sono stato malissimo. Non riuscivo più a godermi le cose belle!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Le Donatella Instagram, mini vestito rosso fuoco e sguardo malizioso: «Meravigliose»

camilla filippi malattia

Camilla Filippi malattia, una lotta lunga vent’anni: «La lacerazione dentro mi ha divorata»