in

Christian Bale il trasformista

Christian Bale come sempre ha dato il suo personalissimo tocco di originalità al personaggio di Irving Rosenfeld, protagonista del film “American Hustle”. Bale si conferma attore di grande talento capace di trasformazioni impressionanti. Ogni dettaglio, che sia recitativo o fisico è studiato in maniera maniacale. Di diritto si è aggiudicato infatti la nomination ai Golden Globe anticamera, da sempre, dei prestigiosi Oscar. Christian Bale L'uomo senza sonno e Batman

La sua carriera è costellata da personaggi memorabili. Dall’indimenticabile bambino nel film del 1987 “L’Impero del Sole” di Steven Spielberg al personaggio glam-rock sul filo dell’ambiguità in Velvet Goldmine Bale è arrivato a interpretare Patrick Bateman, il killer professionista in “American Psycho” scolpendo il suo fisico con ore di duro allenamento per sei giorni la settimana. Il suo corpo statuario viene “demolito” per interpretare Trevor Reznik ovvero “L’uomo senza sonno” (“The Machinist”). L’aspetto di Bale è scioccante ma lui riesce ad ottenere il suo obiettivo. Ritorna in forma, nel giro di pochi mesi, grazie ad una dieta ricca di carboidrati e sessioni di duro allenamento giornaliere, per interpretare l’affascinante filantropo miliardario Bruce Wayne in “Batman”. Per “Rescue Dawn” perde nuovamente peso ma Bale dà il merito del suo look al team di truccatori. Christian Bale American Psycho3

Nel curriculum di un attore così poliedrico, non poteva mancare un pugile ed ecco che come Dicky Eklund in “The Fighter è credibile e commovente. In attesa di vederlo nei panni di Mosé nel film evento di Ridley Scott “Exodus” lo si può ammirare in “American Hustle”. La pancia, i chili in più, il riporto ridicolo nulla tolgono al suo fascino e caratterizzano un’altra sua memorabile interpretazione.

 

 

 

 

 

 

matrimonio marco bocci e laura chiatti

Marco Bocci e Laura Chiatti escono allo scoperto, tra cene romantiche e vacanze esotiche

Napoli: DNA alla cacca dei cani per risalire ai colpevoli