in

Ciao Darwin, Paolo Bonolis su concorrente paralizzato: «Un’onda di sciocchezze dette e scritte»

Dopo “L’onda disumana di sciocchezze dette e scritte”, Paolo Bonolis decide finalmente di fare chiarezza sull’incidente di Ciao Darwin in cui un concorrente è rimasto sfortunatamente paralizzato. L’episodio, risalente all’ultima stagione andata in onda del programma, ha lasciato una lunga scia di polemiche e critiche, anche nei confronti del conduttore. In un primo momento si era perfino detto che Gabriele Marchetti, il concorrente coinvolto nella rovinosa caduta, fosse stato ‘abbandonato’ mentre la trasmissione proseguiva il suo corso. Oggi, a qualche mese di distanza, Bonolis torna a parlare dell’accaduto sulle pagine de La Repubblica.

Ciao Darwin concorrente paralizzato, Paolo Bonolis: «Una cosa terribile»

«È una cosa terribile, – ha riferito Bonolis in merito all’incidente a Ciao Darwinpuò succedere in qualsiasi contesto ma è successo qui: ci siamo adoperati per tutto quanto necessario, – assicura – parliamo con la famiglia, mi risulta anche di qualche piccolo miglioramento». Il conduttore si è poi chiaramente schierato contro quella che è stata l’ostilità mediatica: «Niente di tutto quello che facciamo può contrastare l’onda disumana di sciocchezze dette e scritte da chi vuole sfruttare questa cosa. – ha affermato senza mezzi termini – Da un lato, una verità; dall’altro c’è una violenta narrazione iperbolica nella quale si insinuano i parassiti del sensazionalismo. Impossibili da contrastare». Restando in ambito Ciao Darwin, Paolo ha confessato, dunque, la sfida che avrebbe voluto vedere in trasmissione: «Sarei andato in visibilio, all’epoca, per Papa Boys contro Papi Girls, ma non si può avere tutto».

ciao darwin concorrente paralizzato

«Ho fatto tutta la tv pionieristica, ora è coloniale»

Spostandosi verso i progetti futuri, Bonolis ha annunciato – senza svelare troppo – qualcosa che lo riguarderà in prima persona: oltre al pre-serale di Canale 5 con Avanti un altro, Paolo ha rivelato: «Alcune prime serate, su cui – dice – tengo un paio di strade aperte». In merito, invece, ai cambiamenti della tv negli anni, il conduttore ha affermato: «È cambiato tutto. Ho fatto tutta la tv pionieristica e piena di avventure, decenni fantastici. Ora la tv è coloniale, si è insediata e difende l’esistente. Ovvio che ne sono un protagonista, ovvio che mi sento anche reduce. Però curiosamente sono sempre lo stesso».

Leggi anche —> Michelle Hunziker Tomaso Trussardi, vacanze turbolente: scoppia la lite in acqua

Luciano Canfora su Salvini: «Forse non ricorda che Cicerone che non voleva padroni poi se ne scelse uno!»

omicidio isabella noventa news

Omicidio Isabella Noventa, Freddy Sorgato scrive una dura lettera dal carcere: nuove accuse