in ,

Cibo spazzatura: 10 modi per resistere al Junk Food, da Expo 2015 Milano

Passeggiando tra le opere e le istallazioni dell’Arts & Foods. Rituali dal 1851, il primo Padiglione di Expo 2015 presentato pochi giorni fa alla Triennale di Milano, è impossibile non notare quanto i tanti apprezzati “cibi spazzatura” siano presenti nelle nostre quotidianità. Cheeseburger, hot dog e patatine fritte sono ormai entrati di diritto nelle cucine degli italiani, facendosi largo tra verdure insipide e fagioli cannellini senza troppa difficoltà: facili da reperire, gustosi e salatissimi, rispecchiano un tipo di società sempre di corsa e troppo impegnata per un pasto completo e salutare. Nonostante siano di dominio pubblico i dannosi effetti di una prolungata alimentazione simile, risulta sempre più difficile uscire dal tunnel di questa dipendenza: ecco perciò 10 modi per resistere al Junk Food  e vivere in modo più sano e salutare.

1-Ricordarsi che fa male: il miglior modo per desistere dall’azzannare ogni tipo di merendina, pietanza fritta ed unta che vi capitata tiro è studiare a fondo quello che queste pietanze fanno al nostro organismo. Fidatevi, la voglia di cibo spazzatura sparirà in un attimo;

2-Disintossicazione: come ogni altra dipendenza, quella da Junk Food prevede un periodo di distacco totale, durante il quale dovrete allenarvi a rifiutare ed evitare ogni tentazione, trovando il piacere di mangiare in altri cibi meno dannosi;

3-Stilare una lista della spesa intelligente: gettarsi nelle infinite possibilità che un supermercato offre senza la ben che minima idea di cosa comprare, equivale a segnare la vostra condanna. Evitare schifezza salate e dolci sarà meno dura se avrete scritto tutto quello di cui avete bisogno su di un foglio, che vi guiderà all’acquisto di alimenti sani;

4-Organizzarsi è la chiave: senza troppo stress e calendari alla mano, pensare a cosa mangerete nel corso della giornata tra pasti principali e spuntini sarà utile ad evitare sgarri inattesi e strane sorprese al momento della pesata;

5-Cambiare per credere: sperimentate sapori nuovi, spaziando nei vari continenti del mondo senza troppe remore. Scoprirete l’esistenza di pietanze gustose e sane che non pensavate neppure potessero esistere;

6-Stop al cibo anti noia: se vi accorgete che la vostra voglia atavica di cibo spazzatura si fa più acuta durante i momenti “morti” della giornata, ponete rimedio a questo problema tenendovi impegnati. Sport, hobby e svaghi di qualunque genere saranno meno dannosi di una fatte da pane e nutella ingoiata involontariamente;

7-Amate la cucina: regalatevi un corso di cucina tematica, imparate a creare un piatto che da sempre avreste voluto assaggiare ma non ne avete mai avuto l’occasione. Imparando ad amare il cibo ed il suo mondo riuscirete a mangiare meglio;

8-Ipnosi contro le voglie proibite: sottoporsi ad una seduta di ipnosi non è un’idea sbagliata per debellare questo particolare tipo di dipendenza, che verrebbe sradicata dall’interno grazie all’aiuto di professionisti;

9-Moneta scaccia vizi: ogni qual volta vi concederete uno sgarro, oppure un cibo spazzatura non troppo salutare, mettete una monetina in un barattolo e vedrete che quando sarà pieno vi sarà passata la voglia di Junk Food;

10-Immaginazione canaglia: guardatevi allo specchio dopo un’abbuffata e immaginate dove potrebbero andare tutte quelle calorie superflue. Maniglie dell’amore, bracci a pipistrello e doppio mento saranno decisamente un potentissimo deterrente.     

 

cibo spazzatura

cibo spazzatura

cibo spazzaturacibo spazzaturacibo spazzatura

BElen e Stefano ecco chi c'era alla festa di compleanno di Santiago

Belen e Stefano, ecco chi c’era alla festa di compleanno del piccolo Santiago

iPhone 7

iPhone 7 caratteristiche tecniche, uscita: brevettato il rivestimento che lo protegge dall’acqua