in

Ciliegie: un toccasana per il Cuore

E’ quanto emerge da uno studio dell’Università del Michigan Health System. La nuova ricerca suggerisce che una dieta ricca di ciliegie produce non solo benefici cardiovascolari, ma può anche ridurre il rischio di ictus.

ciliegie 6

I risultati sono stati presentati Martedì 23 Aprile durante l’Experimental Biology 2013 meeting di Boston. Il gruppo di ricerca ha dimostrato che l’assunzione di ciliegie attiva isoforme dei PPAR (recettori attivatori dei perossisomi proliferator) in molti dei tessuti del corpo. I ricercatori ritengono che le antocianine – i pigmenti che conferiscono al frutto il suo colore rosso – possono essere responsabili dell’ attivazione dei PPAR.

I PPAR regolano i geni coinvolti nel metabolismo dei grassi e del glucosio, e  possono aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.  Alcuni farmaci  agiscono in modo simile, ma le ciliegie sono prive di effetti collaterali (a meno di non esagerare nella quantità)!

La nostra ricerca ha mostrato che le ciliegie possono avere un effetto positivo sulla salute cardiovascolare e  ridurre i fattori di rischio come il colesterolo alto e il diabete“, dice E. Mitchell Seymour, Ph.D., responsabile del Laboratorio di Research Cardioprotection. “Alcuni farmaci prescritti migliorano le prospettive per alcuni fattori di rischio, ma hanno dimostrato di avere effetti collaterali indesiderati.

ciliegie 7

I ricercatori hanno confrontato l’effetto dell’assunzione di ciliegie con quello di un farmaco commercializzato negli Usa nei ratti.  Sottoponendo i ratti a vari test fisici, come camminare su una trave e salire una scala, i ricercatori hanno rilevato che rispetto al farmaco, l’assunzione di ciliegie ha migliorato significativamente l’equilibrio e la coordinazione, e allo stesso tempo ha abbassato la pressione sanguigna.

I risultati della ricerca indicano che i ratti che hanno consumato solo ciliegie hanno riportato i risultati migliori, chi ha avuto la combinazione di ciliegie e farmaco ha  fatto meglio di quelli che hanno preso solo il farmaco. Seymour ha avvertito che i risultati non possono essere applicati direttamente agli esseri umani, ma sono un segno potenzialmente positivo la ricerca medico scientifica.

Steven Bolling, MD, cardiologo, ha affermato che lo studio si aggiunge alla crescente consapevolezza dei benefici delle ciliegie per la salute del cuore. I risultati forniscono le basi per la proseguire gli accertamenti: “Questa ricerca ci dà un buon modello pre-clinico per esplorare ulteriormente i benefici  di una dieta ricca di antocianina.

Guantanamo chiude, e con essa i suoi segreti

maria de filippi

Maria De Filippi contatta EdicolaFiore per John Wayne (video)