in

Cimitero di Treviglio, il cancello si chiude due persone bloccate dentro

Il cambio dell’ora ogni anno spaventa moltissime persone.Tutti hanno il dubbio se spostare ogni volta le lancette in avanti o in dietro e poi ci sono tante persone che si dimenticano di aggiornare gli orologi. Proprio questo fatto ha giocato uno scherzo agli abitanti di Treviglio. A causa del cambio da ora solare a ora legale due persone sono rimaste chiuse nel cimitero. Per fortuna l’imprevisto è durato pochissimo tempo e la cosa si è risolta nel migliore dei modi, perché, diciamolo, passare una notte in un cimitero non è proprio il massimo delle aspettative. Raccontata così sembra davvero un pesce d’aprile, ma la storia successa in provincia di Bergamo è verissima.

Leggi anche –> Morte Maria Ungureanu news: chiesta riesumazione salma, si indaga anche sui genitori

I fatti dello sfortunato incidente

Il fatto è accaduto domenica pomeriggio nel cimitero di Treviglio, in provincia di Bergamo. Due persone, in visita alle tombe dei propri famigliari, sono rimaste chiuse dentro poiché i cancelli automatici del cimitero si sono chiusi alle 17, un’ora prima del normale. La cosa è risultata subito molto strana perché il cimitero doveva restare aperto fino alle 18 in quanto con l’ora legale era entrato in vigore l’orario estivo. Le due persone hanno pensato ad un momentaneo guasto tecnico e per questo hanno cercato di contattare invano qualche operatore dell’azienda. A quel punto i due hanno attirato l’attenzione delle persone fuori dai cancelli. I passanti hanno subito chiesto aiuto ai vigili del fuoco, ma non sono mai arrivati. A liberare i due malcapitati è stato un tecnico del comune, che ha scoperto anche il perché di questa chiusura improvvisa. La colpa è stata dell’ora legale. L’azienda che ha in gestione il cimitero aveva semplicemente dimenticato di aggiornare al nuovo orario il temporizzatore che regola l’apertura e la chiusura del cancello d’ingresso.

Le dichiarazioni delle due persone rimaste bloccate

Un fatto davvero molto strano e divertente per chi lo ascolta. Invece per le persone rimaste bloccate all’interno l’imprevisto è stato tutto fuorché divertente. R. I., 72enne di Arzago, rimasto chiuso nel cimitero assieme a un amico ha dichiarato: «C’era anche una signora arrivata appositamente da Milano per portare i fiori ai suoi cari. Abbiamo chiamato i Vigili del fuoco, ma non sono mai arrivati. Per fortuna qualcuno è poi riuscito a mettersi in contatto con il Comune che ha poi mandato un incaricato ad aprire. Alla fine siamo usciti che erano le 18.15 circa». Davvero uno spiacevole impresto, che si spera non ricapiti più.

Leggi anche –> Capodoglio spiaggiato, morto con 22 chili di plastica nello stomaco

Reddito di cittadinanza 2019, stop alle domande online: in arrivo dall’Inps i nuovi modelli

Stefano De Martino Made in Sud: la fede non sfugge ai fan più attenti