in ,

Cina, aperto penitenziario per sole donne in stato di gravidanza

Usare la gravidanza per evitare il carcere a quanto pare è una pratica molto diffusa nel mondo. Per le donne incinte che ricorrono a questo escamotage per non finire dietro le sbarre dopo aver commesso un reato, ormai, si prospettano tempi duri. La Cina, infatti, ha già preso provvedimenti in merito. Da marzo scorso è stato aperto a Shangai, nel distretto di Minhang, un penitenziario femminile esclusivamente atto ad accogliere donne in gravidanza che si trovano in attesa di processo. Il centro di detenzione è già operativo, e al momento ospita cinque donne accusate di furto, secondo quanto riferisce il Global Times.Carcere per donne incinte

Il carcere, ha spiegato un funzionario della polizia di Minhang, è volutamente ubicato in una posizione strategica: “Per aprire questo penitenziario abbiamo scelto un posto vicino a ben due ospedali, di cui uno specializzato in ginecologia, in modo che se le donne hanno le doglie o altri problemi, possiamo assisterle con tempestività”.

Il provvedimento ha inoltre lo scopo di fungere da deterrente e ridurre così la frequenza di piccoli reati come furti o borseggi per strada. In quanto in ‘stato interessante’, infatti, le donne che hanno commesso un reato godono in Cina di un trattamento più blando e subiscono pene leggere. A riprova di ciò, il funzionario cita un caso emblematico: “Abbiamo una volta avuto il caso di una donna che aveva sette figli rubava sistematicamente ma ogni volta la faceva franca perché era sempre incinta”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Sara Velardo cantautrice e chitarrista

Intervista a Sara Velardo, cantautrice e chitarrista vincitrice del premio “Musica contro le Mafie”

Appuntamento imbarazzante

Guardian Angel, il ciondolo elettronico che tutela le donne in pericolo