in ,

Cina, bandite quattro serie tv americane di successo

Continua a far polemica il controllo serrato delle autorità cinesi sui mezzi di comunicazione, e questa volta a soccombere sono state alcune tra le più celebri serie tv americane di grande successo, che sono state bandite dai siti internet nonostante l’approvazione del governo di Pechino. Una presa di posizione dura che ha suscitato il disappunto di migliaia di giovani, che hanno subito fatto sentire la loro sulla rete.

NCIS serie tv

Quattro sono le serie americane censurate dalle autorità cinesi: The Good Wife, NCIS, The Practice e la tanto amata sit com The Big Bang Theory, che ormai era diventato un vero e proprio cult per i giovani cinesi. Non è ancora chiaro il motivo che ha spinto ad adottare questa misura così drastica, anche perché queste produzioni sono ben lungi dal contenere temi scabrosi o inadeguati per la pubblica decenza. Una precauzione che tuttavia si inquadra perfettamente in un paese che da sempre ha cercato di controllare i mezzi di comunicazione, e che ultimamemte non ha fatto altro che inasprire ulteriormente i meccanismi censori. Di recente la Suprema corte del popolo ha stabilito delle nuove regole molto rigide, secondo le quali basterebbe condividere o ritweettare 500 volte un commento contrario agli interessi nazionali per finire in galera e rimanerci per ben tre anni.

In Cina ci sono molte altre serie tv americane che incontrano i favori del giovane pubblico, tra le quali Nikita, per la quale si contano ben 472 milioni di visualizzazioni per le prime due stagioni e Masters of sex, che però non sono state citate nelle recenti disposizioni. Molti hanno cercato di avanzare delle ipotesi su questa presa di posizione delle autorità, e c’è chi pensa che si tratti di un pretesto per riportare il pubblico a quella tv di stato, vista come mezzo di propaganda nazionale.

Grande Fratello 13, Mia e Diletta eliminate a sorpresa

Tommaso Scala

Tommaso Scala minaccia Flavia Fiadone: lo confessa un’amica di lei