in ,

Cina modella morta di lavoro: Vlada uccisa da turni massacranti, è polemica

Morta di lavoro. Vlada Dzyuba, modella russa di 14 anni, non ha retto a tanto stress e fatica. Una passerella dietro l’altra, per 12 ore di fila senza mai una sosta. La ragazza è stata letteralmente schiacciata dal suo mondo, dopo due giorni di coma è deceduta. Secondo quanto riportato dal ‘Siberian Times’, infatti, la giovane modella sarebbe morta a causa di una meningite cronica, che non le era stata diagnosticata. Una già precaria condizione fisica che sarebbe stata aggravata da un forte esaurimento fisico.

Vlada Dzyuba ha continuato a sfilare, aveva la febbre alta e non è si fermata. E’ il corpo ad averla abbandonata: si è accasciata sulla passerella ed è stata ricoverata d’urgenza. La madre ha raccontato tutto davanti alle telecamere: “Mi chiamava e mi diceva ‘mamma, sono così stanca, vorrei solo dormire’ … Deve essere stato all’inizio della malattia, e poi la febbre ha iniziato a salire. Anche io non riuscivo a dormire e la chiamavo continuamente, supplicandola di andare in ospedale”. La donna aveva chiesto un visto raggiungere la figlia, ma per impedimenti di natura burocratica non ha ottenuto in tempo tutta la documentazione necessaria.

Si è appreso che la modella non si sarebbe recata in ospedale perché sprovvista di assicurazione sanitaria per coprire le spese mediche, nonostante per contratto avrebbe dovuto stipularne una obbligatoriamente. La notizia della morte di una così giovane ragazza ha destato molto scalpore e sta facendo discutere in queste ore: sotto accusa i turni massacranti cui sono sottoposte molte baby modelle. Riferisce infatti l’Adnkrons, che “In Cina, in particolare, si registra un numero impressionante di giovanissime mannequin russe e siberiane che vengono ingaggiare per sfilare. Spesso seguendo ritmi e orari massacranti”.

Vlada secondo contratto avrebbe dovuto lavorare solo tre ore a settimana. In realtà da quando 3 mesi fa la modella quattordicenne era arrivata in Cina dalla città di Perm, capoluogo dell’omonima provincia russa degli Urali, lavorava come una schiava, senza fermarsi un attimo. Era stata reclutata da un’agenzia di modelle cinese ed era seguita da un assistente personale, Dmitry Smirnov. Ora la polizia sta indagando sulla vicenda, in quanto non sarebbe ancora chiaro chi sia il responsabile della mancata assicurazione sanitaria di Vlada. (Foto da Instagram)

Diretta Napoli-Sassuolo dove vedere in tv e streaming

Diretta Napoli – Sassuolo dove vedere in TV e streaming gratis Serie A

Concorso docenti abilitati 2018

Personale Ata 2017 terza fascia sedi: come essere chiamati dalle scuole? Ecco dove fare domanda (FOTO)