in ,

Cina, nuova esplosione in una zona chimica-industriale

Nella notte, un’esplosione è stata segnalata nella zona chimico-industriale Lijin di Dongying, nella provincia cinese dello Shandong. La notizia è stata riferita via twitter dal maggior gruppo di quotidiani del Paese, “People’s Daily” senza fornire particolari dettagli se non l’ora dello scoppio.

L’esplosione è avvenuta all’interno della società cinese “Diao Kou Xiang Bin Yuan Chemical Co.”: le fiamme sono state spente dopo oltre 5 ore di lavoro e i responsabili dell’azienda sono stati arrestati. Attualmente, il bilancio di quest’ennesima esplosione a Dongying, città di 2 milioni di abitanti, è di un morto e rimane ancora alta la preoccupazione in tutto il Paese.

Il centro abitato dista infatti poco meno di 200 km da Tianjin: sono ancora vivi tra i cittadini cinesi i ricordi del 12 Agosto quando l’esplosione in un altro impianto chimico aveva provocato ben 158 morti di cui 94 vigili del fuoco intervenuti per salvare i lavoratori. Ancora protagonista, quindi, il tema del controllo delle sostanze chimiche pericolose stoccate in Cina.

Roma calcio

Roma news, dramma Strootman: oggi la terza operazione al ginocchio

Serie A 2015 2016 probabili formazioni

Serie A 2015-2016 probabili formazioni: calciomercato chiuso, oggi giocherebbero così