in ,

Cina: Trafigge con aghi la figlia neonata per avere in futuro un discendente maschio

La superstizione e l’ignoranza sono davvero il terreno fertile per le azioni più scellerate; ciò che è avvenuto in Cina, ad una neonata per opera di suo padre, ne è la prova lampante. La politica del figlio unico, imposta in Cina, nelle aree rurali dove vige ancora la necessità fondamentale di avere “braccia forti” per aiutare i familiari nei campi conduce tutte le giovani coppie ad augurarsi un figlio maschio.

aghi cina

L’arrivo di una femmina è quanto più di sciagurato e inutile possa capitare in un nucleo familiare; il cognome non verrà tramandato, la società è fortemente maschilista e l’aiuto nei campi sarà esiguo. Un padre 22enne, Yin Zhihe, si è consegnato spontaneamente alle autorità dopo una serie di ricoveri “sospetti” della sua primogenita, la piccola Guo Guo. Il primo ricovero avviene quando la piccola ha solo 56 giorni, i medici la soccorrono e la salvano con un’operazione chirurgica da un ago di 5 cm conficcato nel  petto.

Poche settimane dopo, però, Guo Guo viene nuovamente portata in ospedale a causa di tre aghi conficcati nel braccio, nel ventre e nel fegato. I medici riconoscono quindi il dolo in questi apparenti “incidenti”; in Cina, infatti, vige un rito barbarico. I padri che trafiggono con aghi la primogenita femmina, secondo superstizione cruenta, avranno un secondo discendente maschio. 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

palinsesti La7

Simona Ventura e X Factor: guai a chi canta Get Lucky

Mostra del Cinema di Venezia 2013 gossip: George Clooney e Sandra Bullock, feeling sospetto sul red carpet