in ,

Cina, uomo tenta il suicidio allo zoo

Attimi di paura per i visitatori dello zoo cinese di Chengdu, nella provincia dello Sichuan, che hanno assistito al tentativo di suicidio di un ragazzo che si è lanciato in una gabbia dove vivevano delle tigri bianche. Molta paura per i testimoni anche se fortunatamente la vicenda ha avuto un lieto fine perché le tigri erano più spaventate che affamate.

Tigre bianca a riposo

Il 27enne Yang Jinhai soffriva da tempo di disturbi psichici e depressione tanto da aver più volte tentato il suicidio. Dopo una visita allo zoo di Chengdu, era rimasto amareggiato nel vedere le fiere tigri del Bengala costrette in una gabbia ed in cattività senza poter dare sfogo ai propri istinti di caccia e di sopravvivenza. Così ha pensato bene di unire i due scopi e di offrirsi come preda per i due animali scavalcando all’improvviso la recinzione della gabbia delle tigri sicuro che questa volta il suo gesto sarebbe andato a buon fine. In realtà, secondo quanto riportato da alcuni testimoni, le tigri si sarebbero spaventate per l’ingresso improvviso dell’uomo che, non contento ha provato a stuzzicarle. Secondo le testimonianze degli attoniti visitatori dello zoo, una delle due tigri si sarebbe infastidita e lo avrebbe aggredito trascinandolo per alcuni metri. Grazie all’intervento dei guardiani dello zoo, la tigre è stata poi sedata ed è stato possibile estrarre dalla gabbia la vittima, che ha riportato solo qualche graffio.

L’uomo è stato arrestato ed ha confessato il suo intento suicida alla polizia. La famiglia del malcapitato ha poi confermato che il ragazzo è  da tempo vittima di una crisi depressiva e ora è seguito da consulenti psichiatrici.

Burj_Khalifa grattacielo

Dubai, inquilini morosi lasciati a terra e al caldo dal proprietario del grattacielo

Renzi rallenta la formazione del governo: a chi il Ministero dell’Economia?