in

Cisco scommette sulle startup italiane: 100 milioni di dollari per digitalizzare l’Italia

A seguito di un incontro tra il premier Matteo Renzi, il CEO di Cisco e l’Amministratore Delegato di Cisco Italia, la celebre azienda californiana specializzata in networking ha annunciato una serie di investimenti nel nostro Paese distribuiti nei prossimi tre anni.

All’interno del programma del Governo italiano di digitalizzazione della nostra penisola, l’accordo con Cisco verterà verso il supporto allo sviluppo delle competenze digitali ma anche verso il sostegno alle startup innovative tecnologiche italiane. “Ammiro molto il Primo Ministro Renzi per la passione con cui persegue l’obiettivo di sfruttare la tecnologia per trasformare profondamente l’Italia, e per noi è un onore poter collaborare. Incrementando i suoi investimenti, Cisco svilupperà un ecosistema di talenti, imprenditorialità e innovazione che accelererà il percorso digitale del Paese e lo aiuterà a cogliere l’opportunità senza precedenti che ha di fronte” ha dichiarato Chuck Robbins, CEO di Cisco.

Oltre alla collaborazione con il Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), Cisco investirà una parte dei 100 milioni di dollari totali nello sviluppo dell’ecosistema delle startup italiane: in particolare, l’azienda americana sta valutando opportunità di investimento con Invitalia Ventures: scopo di questa manovra sarà quello di contribuire all’accelerazione tecnologica dell’Italia.

iphone

I 5 migliori smartphone più economici di gennaio 2016: Huawei, iPhone 4S, Samsung, ASUS e Honor 6

Louis Tomlinson papà

One Direction, Louis Tomlinson è diventato padre: la conferma su Twitter