in

Cittadella in Festa medievale 2016: a Lonato del Garda, tra amanuensi e frati canterini

Voglia di fare un tuffo nel Medievo, rivivendone l’atmosfera suggestiva e le arti e i mestieri che l’hanno caratterizzato? Anche quest’anno torna a Lonato del Garda, grazioso borgo del Bresciano, un appuntamento imperdibile per tutti i fan dell’Età Oscura: stiamo parlando di “Cittadella in Festa”, kermesse culturale che il 12 e 13 marzo 2016 invaderà il centro storico e la possente Rocca cittadina di personaggi in maschera, facendo vivere a grandi e piccini un’esperienza sensazionale che li catapulterà in un’altra era.

Nel corso del fine settimana, una ventina di stand riprodurranno le antiche botteghe artigiane medievali, dando vita ad un inedito percorso che si snoda tra i vicoli stretti del borgo, portando il visitatore a scoprirne gli angoli più remoti. Curiosi di avere un assaggio delle arti cui sarà possibile avvicinarsi? Si va dalla preparazione delle pergamene alla lavorazione artigianale del rame, dall’utilizzo del baco dal seta all’antica macinazione della farina. Tantissimi i personaggi che animeranno le strade del borgo: l’amanuense, il tintore e il ceraio, ma anche giullari, giocolieri, cavalieri, gobbi, profeti, maniscalchi e frati canterini.

SCOPRI TUTTE LE IDEE DI VIAGGIO DI URBAN POST!

Mentre gli adulti potranno fare tappa al banco dell’armaioli, dove verrà spiegata l’evoluzione delle armi, o all’Accampamento degli Armati, che riproduce l’attrezzistica dell’epoca, i più piccoli si divertiranno nel Villaggio dei Maestri d’arme, il luogo migliore dove provare giochi medievali, che richiedono abilità e ingegno. E poi ancora: percorsi di equilibrio, giostre di legno e sacchi oscillanti.

Ovviamente non mancherà l’occasione per gustarsi un aperitivo in un’atmosfera suggestiva dal sapore antico, o per avvicinarsi ai gioielli custoditi nel borgo. In programma ci sono visite guidate gratuite alla Casa del Podestà e alla Torre Civica; ma meritano di essere visitate anche l’Antica pieve di San Zeno, il Santuario della Madonna di San Martino, dalla cupola ottagonale all’esterno ed emisferica all’interno, la Chiesa settecentesca dedicata a San Giovanni Battista. Se avete voglia di una pausa romantica, sappiate che il borgo si affaccia per un breve tratto sul Lago di Garda

Curiosi di saperne di più? Fate riferimento alla Fondazione Ugo Da Como (www.fondazioneugodacomo.it), telefonando al numero 0309130060 o scrivendo una mail a info@fondazioneugodacomo.it.

In apertura: foto della Rocca di Lonato – ph Basilio Rodella

Ostaggi italiani Libia

Libia, ostaggi italiani liberati tornano a casa: questa sera arriveranno a Roma

Virus Zika zanzara culex

Virus Zika: trovate tracce anche nella zanzara Culex