in

Claudio Baglioni accusato di censura da Pierdavide Carone per esclusione da Sanremo 2019 della sua ‘Caramelle’

Sanremo 2019, Claudio Baglioni accusato di razzismo e censura da Pierdavide Carone, cantante escluso dalla gara perché a suo dire il direttore artistico non avrebbe gradito il contenuto del suo brano che parla di pedofilia. “Io eliminato per problema grave e razzista”, ha sbottato il giovane artista in un’intervista al Corriere della Sera in cui attacca la scelta di Baglioni. Il cantautore romano, ex concorrente di ‘Amici’, ha infatti presentato un brano dal titolo ‘Caramelle’,realizzato in collaborazione con i Dear Jack, e incentrato sul tema della pedofilia raccontato dal punto di vista di due vittime di 10 e 15 anni.

“Abbiamo deciso di farla uscire subito, senza programmare un lancio, nulla… E nonostante fosse un brano assolutamente anti natalizio. Il nostro intento non è speculare su un dramma, ma denunciare un orrore, qualcosa che d’improvviso può sconvolgere la vita di chiunque. Sono molto deluso, in primis da Claudio Baglioni. Con il direttore artistico di Sanremo c’era un rapporto di stima, abbiamo anche duettato insieme. È un cantautore e mi sarei aspettato più empatia visto il tema del brano”, così Carone.

Pierdavide Carone parla chiaramente di ‘censura’: “È più facile dire di sì a un argomento scottante quando c’è il patrocinio di un gigante della musica. Se avessi portato “Caramelle” con una star della musica, l’avrebbero presa. So che era piaciuta, dunque il problema era in chi la presentava: è grave e anche un po’ razzista. Servono gli abiti giusti per fare i monaci?”. Poi dà una sua spiegazione alla esclusione: “Forse è perché sia io che i Dear Jack veniamo dai talent: al Festival puoi andare ma con cose più frivole. Per un certo establishment una canzone così va bene per un artista che le somiglia anche fisicamente, con il taglio di capelli giusto, la barba giusta… Molto triste”.

TUTTO SUL MONDO DEL GOSSIP: LEGGI SU URBANPOST 

 

 

 

Written by Vittoria Verdi

Giornalista pubblicista, reporter e copywriter. Appassionata di cinema, simpatizza decisamente per i cani ma sta imparando a relazionarsi ai gatti con risultati soddisfacenti, scrive per svariate testate giornalistiche on line e cartacee. Astemia, vintage prima della moda del vintage e amante dello smalto rosso in ogni sua declinazione.

Gessica Lattuca Favara news pista ricatti sessuali: quattro persone interrogate

Scuola, Maurizio Martina (Pd): «Ripartire dai docenti, vanno pagati di più! Basta alle classi pollaio!»