in

Clizia Incorvaia: «Scamarcio dice che mi sono inventata tutto, ma la verità è un’altra…»

Riccardo Scamarcio, Clizia Incorvaia e Francesco Sarcina il triangolo amoroso dell’Estate 2019. Un’altra puntata si aggiunge a quella che è a tutti gli effetti rassomiglia ad una telenovela tutta italiana, in cui spiccano tradimenti, bugie, inganni e rivelazioni sempre più scottanti. Sul settimanale “Oggi” sono state riportate le confidenze fatte dall’attore pugliese a una persona a lui molto vicina: «È una storia che non sta né in cielo né in terra! Inventata di sana pianta da Clizia». Parole che non sono andate affatto giù alla diretta interessata, che in un’intervista a “Il Corriere” ha chiarito: «Riccardo Scamarcio dice che mi sono inventata tutto e e che fra noi non c’è mai stato niente? Mi fa sorridere questa solidarietà maschile. E mi spiace che, mentre il mio ex marito Francesco Sarcina mi voglia far passare per la protagonista della Lettera Scarlatta, il signor Scamarcio mi voglia far passare per bugiarda». E pensare che erano così affiatati tutti e tre: l’attore dagli occhi verdi aveva fatto da testimone alle nozze addirittura, proprio perché «amico del cuore» di Sarcina.

«Non siamo stati a letto insieme… Solo un bacio a casa sua!»

«Che mai avrei pensato di trovarmi trascinata in chiacchiere di questo tenore, che ho fatto di tutto per difendere da queste storie mia figlia, che ha quattro anni. La cresco coi valori di una famiglia matriarcale, fatta di donne forti, dove mia nonna manteneva tutti e veniva trattata come una regina. Però, adesso, devo per forza difendermi, devo essere la Clizia guerriera che non può farsi vittima sacrificale del maschilismo di uomini che si danno man forte fra loro. Mi sento come Scarlett Johansson in Match Point, quando finisce ammazzata», ha spiegato Clizia Incorvaia, che sul tradimento «consumato» ha aggiunto: «Io ero separata. Era dicembre e Francesco si stava facendo la sua vita. Ho incontrato Riccardo a casa sua, in amicizia, e c’è stato un bacio, di cui ci siamo pentiti subito dopo. Non siamo stati a letto insieme, ci siamo subito ritratti. Nessuno ha ossessionato l’altro, nessuno voleva stare con l’altro. È successo in un momento forse di fragilità, ci siamo riavuti subito, per me non ha contato nulla e per lui nemmeno».

«Io, per amore di mio marito, ho accolto i suoi amici e ho messo da parte i miei!»

Dunque solo un bacio tra Scamarcio e Clizia Incorvaia? Una versione «edulcorata» di cui dubita anche il leader delle Vibrazioni, che al momento della confessione le ha lanciato il telefono dietro: «È come nella fiaba dove ci sono due ombre proiettate sulla parete, l’innamorato vede due amanti e l’assassino vede uno che sta ammazzando un altro. Io sono una persona onesta e, se mi dici una cosa, ci credo, neanche m’immagino che mi si possa raccontare una bugia. Lui ha voluto vedere la bugia», ha dichiarato Clizia Incorvaia. Al termine dell’intervista l’influencer ha voluto poi chiudere il cerchio ed è tornata a commentare le indiscrezioni del settimanale “Oggi”: «Io, per amore di mio marito, ho accolto i suoi amici e ho messo da parte i miei, i compagni di laurea della Cattolica di Milano. Quando loro due si chiudevano nello studio, portavo amorevoli aperitivi. Quando è successo l’incidente, ho cercato di proteggere tutti. Io so che ora il mio ex marito è una persona ferita che non voleva essere lasciato. Era un’anima rock che amava star fuori la notte e tornare a casa da Clizia a respirare aria di famiglia. Il nodo è che io non volevo stare con un uomo machista e che lui non sopporta di essere stato lasciato, e che l’amico, gli dà manforte. È la solita, brutta, storia di gettare melma su una donna che non deve aver diritto di essere felice».

leggi anche l’articolo —> Francesco Sarcina e Clizia Incorvaia si sono lasciati: dietro la rottura il testimone di nozze Riccardo Scamarcio 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Paola turci

Paola Turci, Battiti Live: la sua esibizione lascia senza parole

candida auris

Candida auris, il fungo killer: uccide in 90 giorni