in

Coca Cola Italia lavora con noi 2015: ecco gli stage disponibili a Milano e Verona

Vorresti cominciare a lavorare con un grande gruppo, magari con Coca Cola Italia? Se sei “fresco” di laurea, ecco un’occasione da non lasciarsi sfuggire: recentemente la grande multinazionale ha reso noto attraverso il sito ufficiale di essere alla ricerca di diversi tirocinanti da inserire nelle sedi di Milano e Verona.

Curioso di conoscere le opportunità di stage disponibili? Le porte del gruppo aprono a un laureando o laureato in Economia o Marketing, cui affidare strategie utili per la vendita ai clienti nell’ambito del Customer Marketing. Un altro laureato, preferibilmente in Economia, affiancherà il brand activation manager, mentre per il dipartimento Treasury si cerca un laureato in Giurisprudenza o Economia con la passione per la finanza. Siete di Verona? In questo caso la ricerca è rivolta a giovani laureati in Ingegneria, di cui uno potrà svolgere lo stage nella sede di Verona nel settore della pianificazione del prodotto, l’altro a Nogara, nell’ambito della logistica e della gestione delle fatturazioni.

Ti piacerebbe saperne di più riguardo agli stage? Sul sito ufficiale non è specificata la corresponsione di un rimborso spese; puoi comunque trovare il dettaglio dei requisiti richiesti per ogni singola posizione e i contatti a cui chiedere maggiori informazioni.

Se invece le offerte di Coca Cola Italia non corrispondono alle tue esigenze, dai un’occhiata qui per trovarne altre di tuo interesse.

Image Credit: Eric Kilby, da Flickr.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

selfie-divieto-cannes

“Divieto di selfie” anche in vacanza: le nuove regole degli alberghi

Champions League sorteggio gironi

Champions League, Juventus-Barcellona: la finale è anche sui social