in

Colazione a casa, risparmio garantito

Una volta la colazione era il momento a cui si dedicava più tempo e preparazione. Il profumo della moka e il piacere di fare il primo pasto ancora in pigiama… seduti, con una bevanda calda, latte e caffè, tè,  pane, marmellate, biscotti, torta, spremuta o frutta, yogurt. Insomma un’ampia scelta di prodotti genuini per partire con tutte le energie necessarie in una giornata! Certamente la brioche del bar emana un buon profumoFrugalmente mangiata in piedi appoggiati al bancone, con un caffè o cappuccio. Sono due colazioni opposte e la differenza non è solo nella sostanza degli alimenti e della cura, ma anche nella spesa a fine anno! I prodotti consumati a casa sono decisamente low cost perchè possono essere prodotti direttamente! Le brioches e il cappuccino del bar non sono per nulla low cost…

colazione al bar

Mediamente un caffè al bar costa 1 euro, la brioche anche. Dunque 2 euro a colazione: in un mese di 20 giorni lavorativi ci costa 40 euro, all’anno 480 euro! La colazione al bar non è low cost, piuttosto è un piccolo “lusso” che ci possiamo concedere ogni tanto. La buona abitudine è fare colazione con calma con prodotti sani, scelti con cura e piacere.  Gli ingredienti che servono per fare una buona colazione (non peggiore di quella del bar!), comprati e poi lavorati, costano pochissimo e sono migliori! Inoltre possiamo sbizzarrirci e provare nuove torte, paste, cibi salati o ciò che preferiamo mangiare al mattino. Se siamo amanti delle brioches possiamo prepararle e mangiarle nei giorni successivi. Si cuociono tutte insieme e poi si possono congelare. Non si deve aver fretta al mattino, c’è tutta la giornata per correre…
photo credit: cele bu via photopin cc | Michele d’Ancona via photopin cc

panini calciatori

Figurine Panini: la passione che contagia gli adulti

cestello bambù vapore

Cottura al vapore, tanto fumo e sapori. Il cibo è più genuino e l’acqua si riusa